api insetti impollinatori

Tutti gli insetti sono fondamentali per la buona salute degli ecosistemi, ma gli impollinatori sono fondamentali anche per la sicurezza alimentare, dato che l’80% delle piante che fanno parte delle nostra dieta dipendono dall’impollinazione degli insetti. 

Fermare il declino degli impollinatori

Dunque, il loro declino va fermato e, nel giugno 2018, la Commissione europea adottò l’Iniziativa dell’Unione per gli impollinatori, primo provvedimento per affrontare il problema. Iniziativa che ha contribuito ad aumentare l’attenzione sul tema e che ha fatto registrare buoni progressi, ma nonostante ciò la situazione continua a peggiorare.

La Corte dei Conti europea ha revisionato l’attuale Iniziativa con un rapporto ad hoc e la Commissione UE ha ribadito l’importanza di tutelare gli insetti impollinatori nella nuova Strategia UE Biodiversità 2030.

Nonostante ciò, l’Unione Europea non è riuscita fino a questo momento a tradurre gli impegni assunti sulla carta in azioni sufficienti a rallentare questa perdita di insetti.

Una consultazione pubblica on-line per aggiornare l’ “Iniziativa per gli Impollinatori”

Secondo il WWF, è quindi importante aggiornare l’ “Iniziativa per gli Impollinatori” per stimolare un maggiore impegno da parte degli Stati membri, che devono sforzarsi per tutelare questo anello della biodiversità.

Per questo motivo, l’Associazione invita tutte le persone interessate a rispondere alla consultazione pubblica on-line in corso, avviata dalla Commissione Europea sulla revisione dell’Iniziativa, che resterà aperta fino al 9 giugno 2022 e disponibile sul sito. 

La risposta alla consultazione contiene nove domande ed una sezione di testo libero che il WWF invita a compilare seguendo alcuni consigli. A questo link i consigli dell’Associazione.

Lo scorso 22 maggio il Ministero della Transizione ecologica ha completato la consultazione pubblica del testo della nuova Strategia nazionale Biodiversità 2030 che prevede una specifica azione, esattamente la B.4, per “Invertire la tendenza al declino degli impollinatori”.

WWF propone l’istituzione del Garante della Natura

Secondo il WWF, bisogna però adottare tutti gli strumenti tecnici e finanziari indispensabili per mettere in pratica la Strategia nazionale. È per questo motivo che propone al Governo e al Parlamento l’istituzione del Garante della Natura, cioè di una figura di garanzia che sul tema della conservazione della natura svolga funzioni di vigilanza e monitoraggio.

Ecco il link per aderire alla petizione per il Garante della Natura sul sito WWF

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.