Livelli di emissioni camion

In Spagna, quasi un terzo dei camion supera i limiti di emissione legali fissati dall’Unione europea, come indicano i test effettuati a Barcellona e Madrid. 

Questo, nonostante le elevate emissioni di biossido di azoto (NO2) del trasporto stradale causino la morte prematura di 50.000 europei ogni anno, destando non poca preoccupazione per la salute pubblica.

Standard europei insufficienti per i camion

Il test effettuato sulle emissioni dei camion Euro VI, ovvero le ultime norme europee sugli standard per le emissioni inquinanti, mostra che nel corso del triennio 2017-2019, il 29% dei 587 camion leggeri e pesanti misurati sono risultati alti produttori di ossido di azoto (NOx).

Anna Krajinska, ingegnere delle emissioni alla T&E (Transport&environment), ha detto: “I nuovi camion che circolano dentro e intorno alle città europee producono ancora livelli mortali di inquinamento atmosferico. Gli standard dell’Unione per i camion non sono sufficienti per salvaguardare l’aria che respiriamo, mettendo così a rischio la salute dei cittadini europei”.

Test ufficiali sui camion da migliorare

Inoltre, i test ufficiali sono inadeguati, in quanto durano solo due ore e mezza e spesso non tengono conto delle emissioni prodotte nelle condizioni di guida quotidiana, come ad esempio la guida a bassa velocità e le partenze a freddo (emissioni prodotte quando il motore viene acceso per la prima volta). 

I test Euro VI non riescono nemmeno a garantire la durata delle emissioni, facendo sì che alcuni modelli emettano di più nel tempo. 

Oltre a ciò, il test non riesce a prevenire la manomissione dove i sistemi di riduzione delle emissioni sono disattivati da ciò che è noto come “defeat devices”. 

Anna Krajinska conclude: “La Commissione europea deve migliorare i test sui camion per coprire tutte le condizioni di guida su strada e introdurre robuste misure anti-manomissione. Ma, alla fine, ciò di cui abbiamo veramente bisogno è un cambiamento che consenta di passare dai motori a combustione inquinanti ai camion veramente puliti e a zero emissioni. L’UE dovrebbe quindi rendere obbligatorio che almeno la metà delle vendite di camion siano a zero emissioni entro il 2030”.

Bisogna fissare standard più stringenti

Gli standard di CO2 dei camion dell’UE devono essere necessariamente rivisti nel 2022, dando alla Commissione europea l’opportunità di fissare obiettivi più ambiziosi e di porre fine alla vendita della maggior parte dei camion a combustione interna entro il 2035. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.