Trasparenza, efficienza e riduzione dei costi. Sono questi alcuni dei vantaggi legati all’applicazione della blockchain nel settore energetico, secondo quanto emerso dallo studio “La rivoluzione blockchain nell’energia”, realizzato da Bip sul tema dell’impatto di questa tecnologia. I dati sono stati illustrati in occasione della presentazione della XIV edizione del Master in Energy Management organizzato da Bip – e MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business.

Tra i vantaggi anche trasparenza e riduzione dei costi

Andando più in dettaglio emerge come efficienza e ottimizzazione dei processi aziendali esistenti siano stati indicati come i benefit più rilevanti dal 64% degli intervistati, seguite da trasparenza (al 18%) e riduzione dei costi (al 9%). Numeri che si inseriscono in una visione generale positiva nei confronti di questo settore, per cui il campione prevede nel 75% dei casi un impatto diffuso in ambito energetico.

Criticità

Lo studio mostra inoltre come tra i principali motivi legati alla mancanza di un’adozione di massa della blockchain sia l’assenza di standardizzazione (30%), seguita dalla scalabilità tecnologica (20%) e dalla mancanza di regolamentazione (10%).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.