Ladakh Immagine Da Wikipedia E1521722752732
Immagine presa da wikipedia

L’esercito indiano sta valutando di utilizzare edifici passivi per ospitare decine di soldati presenti nel Ladakh, la regione trans-himalayana che si estende per quasi l’85% dello stato del Jammu e Kashmir. La soluzione individuata è quella creata da Sonam Wangchuk, un innovatore-imprenditore del Ladakh, che ha sviluppato un concept di alloggio in grado di gestire in maniera efficiente i consumi energetici (rendendoli minimi o quasi nulli) grazie a una scelta mirata di materiali da costruzione naturali (ad esempio terra), a una disposizione intelligente degli spazi e a uno studio dell’illuminazione naturale. Un concetto di edificio che ha già ricevuto il prestigioso Global Award for Sustainable Architecture 2017.

Wangchuk è tra i fondatori del Movimento Educativo e Culturale degli Studenti del Ladakh (SECMOL) che ha dato vita alla SECMOL Alternative School, un campus eco-compatibile vicino alla città di Leh, nato nel 1988 con con l’obiettivo di riformare il sistema educativo del Ladakh. La scuola è ospitata in un edificio che rispecchia perfettamente il concetto di edifico passivo di cui Wangchuk è promotore. 

Caratteristiche

Il riscaldamento della scuola non sfrutta le fonti tradizionali, perchè grazie alla progettazione e alla scelta di materiali le temperature interne risultano confortevoli anche in inverno, in maniera completamente naturale. 

“L’idea del design solare passivo è che assorbe e trattiene tutto il calore direttamente dalla luce solare e l’architettura ci consente di conservarlo a lungo“, ha spiegato Wangchuk in un intervista sul sito di India Climate Dialogue. Anche senza l’utilizzo di metodi di riscaldamento artificiali che richiedono energia, gestiamo la scuola ogni inverno da oltre un decennio”.

La collaborazione con l’esercito

I primi contatti tra Sonam Wangchuk e l’esercito indiano risalgono a 2 anni fa quando il progettista e il suo team avevano realizzato un prototipo di edifico passivo e naturale che, testato dagli ufficiali, aveva ricevuto un feedback positivo. Ora l’esercito sta valutando concretamente di ricorrere a questo tipo di soluzione. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.