Primo classificato

È stata la foto “Alba sull’Etna vista dal borgo di Troina” a vincere la V edizione del Concorso di Quotidiano Energia, quest’anno dedicato al tema “Una transizione sostenibile”.

Lo scatto di Giovanni Noto raffigura “l’energia nelle varie forme. Geotermica, cinetica, solare”, scrive l’autore nella descrizione che ha dato della sua opera. “La natura regala soluzioni, l’uomo le utilizzi”.

L’iniziativa è promossa da Gruppo Italia Energia, editore di QE e Canale Energia, e ha ricevuto il patrocinio di ministero per la Transizione ecologica, Enea e Ispra.

Gli sponsor 2022 sono Enel, ExxonMobil e Gruppo Hera; partner le agenzie fotogiornalistiche Contrasto e Agrpress, oltre al motore di ricerca di eventi politico-economici Take the Date.

seconda classificata concorso fotografico QE

Al secondo posto del concorso fotografico lo scatto di Matteo Capone chiamato “Puro Sole”, nel quale si raffigura un “sistema per la torrefazione artigianale del caffè che utilizza energia solare e tecnologia, garantendo caffè di alta qualità a zero emissioni di CO2”.

Gli autori classificati al 1° e 2° posto, a cui andranno buoni acquisto per materiale fotografico del valore di 1.000 e di 300 euro, sono stati annunciati ieri nel corso di un webinar di premiazione. In totale, sono state 87 le foto candidate e valutate dalla giuria di esperti.

L’evento di premiazione

In apertura del webinar in cui ieri sono stati annunciati i vincitori, Camilla Calcioli, business development manager di Gruppo Italia Energia, ha sottolineato come il tema del concorso sia fondamentale per tutti, non solo per gli addetti ai lavori. Allo stesso modo Romina Maurizi, direttrice responsabile di Quotidiano Energia, ha ricordato che l’attualità del caro-energia rende ancor più centrale il processo di transizione sostenibile.

La premiazione dei vincitori è stata preceduta da alcuni interventi. Per il presidente di Enea, Gilberto Dialuce, “la sfida di questo concorso è stata rappresentare con un’immagine fissa” un processo in divenire, al quale l’Agenzia “può contribuire” molto.
Alfredo Pini, responsabile del dipartimento valutazione, controlli e sostenibilità dell’Ispra, ha sottolineato come la transizione sia un fenomeno “strutturale che intende cambiare la società e i suoi modelli”. La questione è avere “un approccio inclusivo, senza lasciare indietro nessuno”, con “precauzione per le generazioni future”.

I comunicatori nella transizione sostenibile

Il webinar di ieri ha offerto anche l’occasione per approfondire il ruolo della comunicazione nella transizione sostenibile. Cecilia Ferranti, responsabile comunicazione Italia di Enel, ha sottolineato l’importanza di pensare “a chi può sentirsi escluso dal cambiamento o addirittura minacciato. Il tempo per farlo c’è ancora ma non è molto. Dai nostri calcoli il saldo occupazionale e di impatto sul Pil della transizione è positivo”.

Questo processo passerà, inevitabilmente, per la realizzazione di impianti e infrastrutture; dunque, “le relazioni con le comunità sono una parte importantissima dei progetti”, secondo Marco Falcone, direttore relazioni esterne e istituzionali di Esso Italiana. “In altri Paesi si è capito prima di noi questo aspetto”.

Tra i relatori dell’evento anche Cecilia Bondioli, responsabile rapporti con i media ed editoria di Gruppo Hera, che ha ricordato il “ruolo di primo piano” che le utility hanno nella transizione ecologica. Inoltre, dal punto di vista comunicativo, “bisogna sfatare i falsi miti e i luoghi comuni facendo chiarezza sulla realtà dei fatti”.

Infine, Cristina Corazza, responsabile relazioni e comunicazione di Enea, che ha sottolineato il ruolo dei comunicatori in questo processo di trasformazione e ha ricordato come “l’attenzione al territorio sia fondamentale”.

Le foto vincitrici sono state presentate e illustrate da due membri della giuria: Maurizio Riccardi, direttore del Gruppo Agr, e Giulia Tornari, direttrice dell’agenzia fotogiornalistica Contrasto.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Nato ad Avellino, giornalista professionista, laurea in comunicazione di massa e master in giornalismo conseguito all’Università di Torino. È direttore della rivista CH4 edita da Gruppo Italia Energia. In precedenza ha lavorato nel settore delle relazioni istituzionali e ufficio stampa, oltre ad aver collaborato con diversi media nazionali e locali sia nel campo dell’energia sia della politica. È vincitore di numerosi premi giornalistici nazionali e internazionali.