mar Cinese OrientaleLa macchia di greggio creata dopo la collisione tra la petroliera Sanchi e un mercantile il 6 gennaio potrebbe raggiungere le coste giapponesi entro 25 giorni. È una delle analisi fornite dalla società internazionale di ricerca Meteo Group in questo numero di  e7, che dedica la focus story al disastro ambientale del mar Cinese Orientale.

Un episodio provocato “dal fattore umano” e non da un problema tecnico, secondo Fabio Faraone, Capo servizio tecnica navale, sicurezza e ambiente di Confitarma, che sottolinea come la Sanchi fosse una nave del 2008 e non “una carretta del mare”. A completare questo approfondimento anche una mappa interattiva in modalità web-gis elaborata da Esri sui maggiori disastri petroliferi.


Di idrocarburi si parla anche nelle interviste a Nicola Pedde, Direttore Institute for Global Studies, che mette in relazione lo scenario energetico con quello geopolitico di molti paesi produttori, e Luca Schieppati, Managing Director di TAP, che approfondisce i vantaggi del gasdotto per l’Italia e l’Europa.

Proprio nel nostro Paese un contributo fondamentale alla transizione energetica verso fonti più sostenibili ed efficienza è dato dai Comuni attraverso il Patto dei Sindaci. A loro supporto si è schierato il GSE, che ha stipulato una serie di accordi per sostenere le amministrazioni a cogliere le opportunità degli strumenti d’incentivazione messi a disposizione dal Gestore. “Si crea un rapporto di collaborazione con i sindaci che a volte quasi rimangono stupiti della presenza di incentivi. Tuttavia non mancano le criticità: spesso i Comuni non hanno competenze tecniche adeguate per affrontare in maniera efficace questi temi”, spiega Flaminia Barachini, Direttore Governance del GSE.

Completano questo numero di e7, oltre le consuete rubriche, un’analisi delle principali novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 e le interviste a Salvatore Alecci, Presidente sezione Sicilia orientale dell’Associazione idrotecnica italiana, e a Giuseppe Pastorino, Presidente dell’Associazione italiana consumatori energia di processo.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.