All’ambiente COP 21 non basta

1596

I 100 miliardi previsti per il Green Climate Fund istituito dall’ONU non saranno sufficienti per finanziare tutte le attività di adattamento e mitigazione necessarie a raggiungere l’obiettivo di mantenere sotto i 2°C l’innalzamento della temperatura fissato durante la COP 21 di Parigi”.

L’allarme lo lancia il Direttore generale aggiunto della FAO, René Castro Salazar, intervenuto nel corso del XIII Forum internazionale dell’informazione per la salvaguardia della natura (Frosinone, 3-6 novembre).

La questione climatica è protagonista nell’apertura del nuovo numero di e7, alla luce della COP22 in corso a Marrakech, ma anche della Fiera Ecomondo di Rimini, dove è stata presentata la Relazione 2016 sullo stato della green economy realizzata dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

Per l’occasione Simona Bonafè, Vicepresidente intergruppo investimenti di lungo periodo al Parlamento europeo, ha spiegato: “L’Accordo di Parigi è stato storico ma bisognerà suddividere equamente gli impegni di riduzione di CO2 tra gli Stati membri”.

Tra i grandi appuntamenti approfonditi in questo numero di e7 anche il voto americano con la vittoria di Donald Trump (che getta ombre sul prosieguo della strategia green degli USA) e la partecipazione di OMC 2017 alla Abu Dhabi International Petroleum Exhibition (ADIPEC).

Completano il settimanale, oltre alle consuete rubriche, la certificazione degli impianti termici promossa da AIEL, “Aria Pulita”, il XVII Rapporto Ecosistema Scuola realizzato da Legambiente, l’indice L-MED Index sul GNL lanciato da Ref-e e l’analisi sul prezzo del petrolio di Boston Consulting Group.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.