Come il turismo può contribuire alla diffusione di energia rinnovabile

143

fiera virtuale geco turismoLa diffusione delle energie rinnovabili, con lo scopo di sostituire completamente i combustibili fossili, è forse la più grande sfida della nostra epoca. Si tratta di rendere sostenibile una risorsa indispensabile per il benessere di tutte le comunità umane e che, al momento, contribuisce ad accelerare il riscaldamento globale. Molti organismi internazionali (fra i quali l’ONU) hanno indicato una serie di obiettivi da raggiungere nei prossimi anni, in termini di accesso alle risorse e sostenibilità delle stesse e non c’è settore industriale che non sia coinvolto dal cambiamento in corso. D’altra parte a tutti i livelli, sia dal punto di vista geografico che da quello dei cluster industriali, il passaggio alle fonti di energie rinnovabili ha sempre sortito solo effetti positivi. Il superamento completo dei combustibili fossili a favore delle energie rinnovabili non solo rallenterebbe il riscaldamento globale, ma ridurrebbe anche le emissioni inquinanti, riducendo la mortalità, le malattie e i danni all’ecosistema e alla biodiversità, contribuendo a creare un mondo più sano. Oggi ci occuperemo di come l’industria turistica può dare il proprio contributo alla diffusione delle fonti rinnovabili: proprio questo infatti è il focus di GECO, la prima grande fiera online sulla sostenibilità legata al turismo, alla mobilità e all’energia.

Il rapporto fra turismo e riscaldamento globale

Il turismo è uno dei settori economici più importanti a livello globale, nonché uno fra i più inquinanti, in termini di energia consumata, emissioni prodotte e produzione di rifiuti. Non solo perché i trasporti, soprattutto quelli aerei, consumano energia e bruciano combustibili, ma anche perché il turista medio tende a utilizzare più risorse della popolazione locale. L’impiego di acqua ed energia di un individuo che soggiorna in albergo è in genere superiore a quello di un residente della stessa area. Quando questo si verifica in zone nelle quali le risorse scarseggiano, l’impatto sulle comunità locali diventa particolarmente evidente. Se da un lato il turismo contribuisce al riscaldamento globale, però, dall’altro ne paga le conseguenze: i disastri naturali causati dall’innalzamento del livello del mare, dal la deforestazione, dallo scioglimento dei ghiacciai e dalla perdita di biodiversità danneggiano l’economia del turismo a livello globale.

Salvare il turismo (e il pianeta) grazie alle energie rinnovabili

Come si può rompere questo circolo vizioso di cause ed effetti nefasti? Per esempio, incentivando il settore turistico a utilizzare energie rinnovabili, contribuendo così a ridurre le emissioni di gas serra. Ma che cosa vuol dire, tecnicamente, incentivare il turismo a passare alle rinnovabili? Chi bisogna incentivare? Quali misure bisogna adottare? La buona notizia è che si può intervenire a tutti i livelli. Le strutture alberghiere e gli operatori turistici, per esempio, possono favorire l’adozione di soluzioni energetiche sostenibili nelle aree urbane, regionali e remote e l’installazione di sistemi a energie rinnovabili in tutte le strutture deputate all’accoglienza. Gli agenti di viaggio possono proporre soluzioni alternative al trasporto aereo, privilegiando mete che siano raggiungibili con mezzi alternativi e meno inquinanti, oppure incentivare esperienze che puntino proprio sulla qualità del viaggio, come le rotte panoramiche in treno, le traversate in barca a vela, o le escursioni su mezzi elettrici. Infine, i clienti possono fare la propria parte esigendo opzioni sostenibili quando acquistano un pacchetto di viaggio. Adottare politiche di questo genere non solo può contribuire a rilanciare forme di turismo consapevole, aiutando così l’industria a uscire dalla crisi attuale, ma può anche trasformare il settore del turismo da fattore di rischio per il riscaldamento globale a esempio virtuoso nel campo delle energie rinnovabili.

GECO e il turismo sostenibile: perché diventare espositore

GECO è un’occasione imperdibile per tutte le aziende che vogliono rilanciare la propria attività in relazione al settore turistico e che scelgono di farlo all’insegna della sostenibilità. Questa prima grande fiera online dedicata interamente legata alla sostenibilità, che si svolgerà dal 28 al 30 gennaio 2021, permetterà di creare occasioni di incontro in tutta sicurezza fra professionisti e aziende con obiettivi affini. Lo scopo è proprio quello di dare vita a un network, all’interno dell’industria turistica, che possa portare all’espansione del settore del turismo sostenibile, creando benessere e opportunità di business e al tempo stesso promuovendo pratiche eco-friendly. Non a caso, fra i partner illustri di questa iniziativa, c’è Lifegate, uno dei più importanti promotori della sostenibilità a livello mondiale. Anche Legambiente sarà presente nella sezione turismo ed energia. Le aziende che parteciperanno come espositori avranno quindi l’opportunità di interagire con grandi organizzazioni e aziende internazionali e di entrare a far parte di progetti dal respiro globale.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.