12 marzo 2018 – Nei colloqui con RWE AG, E.ON SE ha raggiunto un accordo di principio per l’acquisizione della partecipazione del 76,8% di RWE in innogy SE attraverso un ampio scambio di assets e partecipazioni. La conclusione di tale accordo richiede l’approvazione dei consigli di amministrazione di E.ON e RWE. In base all’accordo di principio, E.ON acquisirebbe la partecipazione di RWE in innogy, pari al 76,8%, in cambio della cessione a RWE di una partecipazione effettiva del 16,67% in E.ON SE.

Le azioni saranno emesse mediante un aumento di capitale del 20% a fronte di un conferimento in natura dal capitale autorizzato esistente. Inoltre, E.ON trasferirebbe a RWE la maggior parte delle proprie attività nel settore delle rinnovabili e anche le partecipazioni di minoranza attualmente detenute dalla controllata di E.ON PreussenElektra nelle centrali nucleari gestite da RWE Emsland e Gundremmingen. Inoltre, RWE riceverebbe l’intero business delle energie rinnovabili di innogy, le attività di stoccaggio gas di innogy e la partecipazione di innogy nell’operatore energetico austriaco Kelag. Il trasferimento di attività e partecipazioni sarebbe realizzato con effetti economici a partire dal 1° gennaio 2018. L’ operazione prevede inoltre un pagamento in contanti di Euro 1,5 miliardi da RWE a E.ON. E.ON dovrebbe procedere inoltre a un’offerta pubblica di acquisto volontaria in contanti agli azionisti di innogy SE. Questa offerta, a oggi, sarebbe pari a Euro 40 per ogni azione detenuta in innogy. Il valore totale è costituito dal prezzo d’offerta, pari di Euro 36,76 per azione, più i dividendi presunti di innogy SE per gli anni fiscali 2017 e 2018, pari a un importo totale complessivo di Euro 3,24 per azione. RWE non parteciperà all’offerta. Con la conclusione dell’operazione, si intende procedere alla piena integrazione di innogy nel Gruppo E.ON.

Con questa operazione E.ON diventerebbe un’azienda energetica orientata al cliente, focalizzata sulle reti energetiche e sulle soluzioni per i clienti. Le attività nel settore delle energie rinnovabili di E.ON e RWE verrebbero integrate in RWE. Secondo quanto pianificato, l’operazione sarà implementata in diverse fasi successive ed è soggetta alle consuete autorizzazioni antitrust. Dopo l’approvazione dei consigli di amministrazione delle due società, l’accordo potrebbe essere siglato in tempi rapidi.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.