Accordo ENGIE-Comune di Alberobello per la pubblica illuminazione

Stimati risparmi energetici annui del 66%

564

27 giugno 2018 – ENGIE, attore primario dell’energia e servizi, e il Comune di Alberobello hanno siglato un accordo della durata di 9 anni per il rinnovamento e l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione.

Il progetto prevede:

  • Sostituzione degli Apparecchi non conformi alla normativa sull’inquinamento luminoso con tecnologie LED ad alta efficienza di ultima generazione (nr. 2117)
  • Sostituzione e adeguamento dei Quadri Elettrici Obsoleti e/o Vetusti (nr. 30)
  • Sostituzione di Sostegni e Sbracci (nr. 450)
  • Installazione di Sistemi di Telecontrollo da Quadro (nr. 15)
  • Rifacimento di linee elettriche di distribuzione (ml 4.000)
  • Installazione di nuovi punti luce stradali (nr. 30)
  • opere civili

Grazie all’accordo siglato con ENGIE è stimato, per il Comune di Alberobello, un risparmio annuo di circa 1.230.000 kWh, pari a circa il 66% in del consumo energetico attuale.

“Per il nostro Comune l’accordo con ENGIE è una svolta decisiva nel servizio di pubblica illuminazione e produrrà una riduzione del costo di gestione e l’ammodernamento consistente della rete energetica. – dice il sindaco di Alberobello, Michele Longo –. In base all’accordo stipulato, ENGIE farà investimenti che riguarderanno riqualificazione energetica, manutenzione straordinaria, adeguamento tecnologico della rete. Questo consentirà di avere un impianto all’avanguardia e di abbattere i costi. Ci siamo battuti a lungo come amministrazione, sin dal mio precedente mandato, per rescindere il contratto con il vecchio gestore proprio per ottenere un miglioramento del servizio e siamo fiduciosi che con ENGIE, aggiudicataria della Convenzione Consip per 9 anni, ci saranno notevoli vantaggi nel rispetto degli obblighi contrattuali stabiliti. ENGIE, intanto, sta già provvedendo a lavori di manutenzione nelle zone segnalate e opererà in accordo con la Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari, anche con riferimento al precedente parere espresso sempre dalla Soprintendenza in riferimento ai lavori di predisposizione dei sottoservizi di cavi per l’energia elettrica, pubblica illuminazione, fibra telefonica e rete gas, partiti in questi giorni nella zona Monti per valorizzare ulteriormente il centro storico di Alberobello e la sua autenticità e abitabilità. Tale progetto è stato è individuato, in accordo con la Soprintendenza, come progetto pilota per la tutela e la valorizzazione dei rioni monumentali. Insomma ENGIE si inserisce all’interno di una progettualità più ampia che è il risultato di un’intensa attività di approfondimento e concertazione che ha coinvolto enti gestori, Comune e Soprintendenza appunto”.

“Siamo entusiasti di collaborare con il Comune di Alberobello, e di aiutare concretamente l’amministrazione locale a ridurre l’impatto ambientale e a valorizzare le bellezze architettoniche, uniche al mondo, della città” – ha sottolineato Fabrizio Di Battista, Direttore dell’Area Adriatica-Sud di ENGIE Italia. “ENGIE opera quotidianamente in 300 comuni italiani gestendo più di 300.000 punti luce di  Amministrazioni lungimiranti, come quella di Alberobello, che hanno deciso di attuare progetti innovativi e sostenibili, in grado di migliorare la vita delle persone e di contribuire ad un progresso armonioso, che possa conciliare le necessità di sviluppo della società con le risorse disponibili sul pianeta”.

In Puglia ENGIE è al fianco di oltre 40 Comuni che hanno intrapreso, analogamente ad Alberobello, progetti virtuosi di efficienza energetica. Tra questi: il Comune di Bari, il Comune di Manfredonia, il Comune di Modugno, il Comune di Cerignola, il Comune di Monopoli, Comune di Fasano e il Comune di Castellana Grotte.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.