lubrificanti
Foto di Skitterphoto su Pixabay

Lo scorso 23 febbraio la multinazionale Shell, con sede nei Paesi Bassi, ha diffuso la notizia del lancio della linea di lubrificanti carbon neutral in Italia e nei mercati europei più importanti destinati ai settori automotive, del trasporto pesante e dell’industria. Questa scelta attua la strategia sottesa alla trasformazione di Shell in una Energy business company a zero emissioni entro la metà del secolo.

I lubrificanti carbon neutral di Shell

Benedetto Forlani, presidente Shell Italia oil products e marketing manager lubrificanti Europa, spiega in una nota stampa: “In qualità di primo fornitore al mondo di lubrificanti, Shell lubricants gode di una posizione privilegiata nel soddisfare le esigenze in costante evoluzione dei propri clienti e ha il dovere di compiere scelte sempre più sostenibili”.

Per tale motivo, prosegue, “abbiamo da tempo introdotto molteplici azioni al fine di evitare e ridurre le emissioni di CO2 equivalenti, utilizzando sempre più energia rinnovabile nei processi di produzione dei nostri lubrificanti, eliminando gli sprechi e aumentando l’efficienza energetica delle nostre attività. Inoltre, con il lancio dei lubrificanti carbon neutral Shell mette a disposizione dei clienti una selezione di prodotti a impatto zero di CO2 equivalenti dando la possibilità di compiere una scelta responsabile in favore di progetti nature based”. Questi progetti contribuiscono alla compensazione delle emissioni di gas serra, migliorando le condizioni di vita delle comunità locali e preservandone la biodiversità.

L’importanza del progetto

Ogni anno Shell fornisce all’incirca 5 miliardi di litri di lubrificanti ai propri clienti di tutto il mondo: dal settore dell’aviazione, del marittimo, dall’industria estrattiva, della produzione di energia fino al settore del trasporto privato e commerciale. Roberto Paganuzzi, technical director Europe di Shell, conclude affermando: “Per l’Europa questo significa compensare oltre 60 milioni di litri di lubrificanti tecnologicamente avanzati, equivalente alle emissioni generate da 130.000 automobili, con l’obiettivo di arrivare a compensare 280.000 tonnellate di CO2 equivalenti all’anno”.

Shell lubricants promette di compensare le emissioni per l’intero ciclo di vita di oltre 200 milioni di litri di lubrificanti sintetici avanzati, equivalenti alle emissioni generate da 340.000 automobili e si pone l’obiettivo di arrivare a compensare oltre 700.000 tonnellate di CO2 equivalenti all’anno.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.