L’Italia continua verso la transizione energetica. Questa settimana con l’eolico nel nostro meridione

Plenitude sbarca con i proprio impianti eolici galleggianti a largo di Calabria e Puglia, in attesa di aprirsi al resto del Paese

Lupie maris sceglie la Puglia per le sue infrastrutture. Anche in questo caso galleggianti a largo della costa

eolico offshorePlenitude collabora con Simply Blue per l’eolico nei mari italiani

Plenitude, azienda benefit di Eni, e il gruppo Simply Blue, sviluppatore irlandese di progetti di blue economy, hanno firmato un accordo per lo sviluppo condiviso di una pipeline di nuovi progetti eolici a largo delle coste italiane.

Questa collaborazione mette insieme le capacità tecniche, finanziarie e l’esperienza nel mercato energetico italiano di Plenitude con la consolidata esperienza globale di Simply Blue Group nello sviluppo di progetti eolici galleggianti.

Stefano Goberti, ad Plenitude, spiega: “Con questa partnershipPlenitude espande il proprio portafoglio di progetti eolici galleggianti in linea con l’obiettivo di raggiungere 15GW di capacità rinnovabile entro il 2030“.

I primi due progetti eolici galleggianti, Messapia in Puglia e Krimisa in Calabria, sono già stati presentati alle autorità competenti.

Il primo, situato a circa 30 km dalla costa di Otranto, avrà una capacità complessiva di 1,3 GW con una produzione annuale di energia di circa 3,8 TWh.

Il secondo invece, a circa 45km dalla costa di Crotone, avrà una capacità complessiva di 1,1 GW e fornirà ogni anno energia fino a 3,5 TWh.

Nel complesso, si stima che i due progetti potranno coprire il fabbisogno di energia corrispondente ai consumi elettrici di oltre 2,5 milioni di famiglie. Contribuendo così al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione del Paese.

I soci opereranno congiuntamente con comunità locali e altri attori chiave del settore per sviluppare soluzioni tecnologiche innovative.

Sam Roch-Perks, ad del gruppo Simply Blue, conclude: “Siamo lieti di
collaborare con Plenitude e di aumentare la nostra pipeline di progetti globali
“.

Lupiae maris, il progetto eolico a largo del mare pugliese procede verso l’inizio lavori

Lupiae Maris, la collaborazione per sviluppare un grande progetto eolico galleggiante a largo della Puglia con una potenza di 525MW, continua ad avvicinarsi all’inizio dei lavori.

Lo scorso 30 dicembre, infatti, ha presentato al ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica, che opera di concerto con quello della Cultura, l’istanza per la Valutazione di Impatto Ambientale. L’atto è finalizzato al rilascio dell’Autorizzazione Unica alla costruzione ed esercizio dell’impianto.

L’infrastruttura è caratterizzata da 35 turbine eoliche galleggianti da installare nell’Adriatico Meridionale, a notevole distanza delle coste brindisini e leccesi.

Il progetto è tra i primi in Italia a raggiungere uno stadio di maturità tale da presentare la propria istanza ai Ministeri.

I sostenitori del progetto, il gruppo barese Hope e Galileo, la piattaforma paneuropea per lo sviluppo delle energie rinnovabili con sede legale a Zurigo e amministrativa a Milano, confermano inoltre l’avvio della campagna di misurazione puntuale della risorsa eolica in sito nella primavera del 2023.

Francesco Dolzani, presidente del consiglio di amministrazione di Lupiae Maris e responsabile dello sviluppo per Galileo in, conclude: “Abbiamo presentato la documentazione per avviare l’istanza relativa alla Via del progetto Lupiae Maris. Ringraziamo i numerosi enti e professionisti nazionali e internazionali che, negli ultimi due anni, hanno collaborato alla progettazione ricorrendo alle tecnologie più avanzate del settore”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.