Let’s green, il concorso del gruppo Cap, premia Rodano, Binasco e Cesano Boscone

Le tre amministrazioni locali selezionate per le azioni di tutela ambientale. Vincitori anche tra scuole, associazioni e singoli cittadini

207
economy low carbon let's green
Foto di Alena Koval su Pexels

Il gruppo Cap, azienda pubblica che si occupa della gestione del servizio idrico integrato nelle provincie di Milano, Monza e Brianza, Como, Pavia e Varese, utilizza il concorso “Let’s green” per promuovere la partecipazione di comuni, scuole, associazioni e i cittadini a rendere i loro territori più sostenibili.

La sfida di Let’s Green! è giunta al termine, lasciandoci quasi 3.000 testimonianze tra progetti e iniziative che raccontano le azioni sostenibili a favore del territorio della città metropolitana di Milano” commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato del gruppo Cap. Un risultato per nulla scontato, considerata la drammaticità del momento che stiamo vivendo ormai da quasi un anno. La grande mole di materiale ricevuto in due mesi e mezzo ci ha dato modo di toccare con mano quanto sia importante per ogni comunità e amministrazione locale l’attenzione all’ambiente e quanto impegno vi sia dietro ogni gesto virtuoso. Per noi di Cap è un’ulteriore conferma che “Green” non è solo un “bell’abito da indossare”, ma un vero e proprio stile di vita che ogni giorno deve accompagnare le nostre scelte e i nostri gesti”.

I vincitori di Let’s green

Sono Rodano, Binasco e Cesano Boscone i comuni più sostenibili della città metropolitana di Milano. Primi classificati nelle tre categorie suddivise per numero di abitanti (la prima fino ai 7.000 abitanti, la seconda tra i 7.000 e 15.000, la terza con più di 15.000 abitanti), ai vincitori va il contributo economico del valore di 40.000 euro per la ristrutturazione di un edificio pubblico. La selezione tra i 3.000 partecipanti per assegnare i 42 premi messi in palio dal gruppo Cap ha visto la scuola primaria Giuseppe Mazzini di Paderno Dugnano, che riceverà un contributo per la realizzazione di un laboratorio pari a 8.000 euro, grazie a progetto di educazione ambientale focalizzato sul riutilizzo creativo delle materie di scarto e un orto didattico a disposizione di tutti gli studenti.

L’istituto comprensivo Don Camagni di Brugherio, impegnato nei confronti dell’ambiente con un progetto modulato su momenti di formazione volti a sensibilizzare i più piccoli sulle pratiche eco-friendly, ha ottenuto 4.000 euro.

I Ragazzi di Robin, che a Segrate si prendono cura dei giovani disabili cercando di valorizzarne il tempo libero coniugandolo con attività di pulizia di giardini, viali e piste ciclabili dai rifiuti di ogni tipo, a loro la Fiat Panda natural power, alimentabile a biometano.
Il cittadino più amico dell’ambiente, infine, è Giuseppe S. e viene da Binasco, vince anche lui una Fiat Panda natural power.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.