camera- aziende energia estero viaggiare
Foto di Dariusz Sankowski da Pixabay

La rubrica della settimana si concentra sulle attività di Pietro Fiorentini, Saipem ed Enel X in Uzbekistan, Gran Bretagna e Thailandia.

La settimana delle aziende

Pietro Fiorentini e Terranova operano in Uzbekistan per rinnovare le infrastrutture del gas

Negli ultimi anni l’Uzbekistan sta cercando di rispondere con efficacia a problemi globali incrementndo il risparmio energetico, spingendo la digitalizzazione e raffornzando la cooperazione commerciale internazionale. Si inserisce in questa direzione la realizzazione di un sistema automatizzato per il monitoraggio e la misura del gas naturale, grazie all’introduzione di dispositivi intelligenti con una classe di precisione più elevata rispetto a quelli tradizionali. A cui si aggiunge la creazione di un sistema automatizzato della contabilità e il passaggio a un sistema di pagamento anticipato.

Un progetto nel quale le aziende del Paese stanno collaborando con le realtà italiane Pietro Fiorentini e Terranova: “L’Uzbekistan, sotto la guida del presidente Shavkat Mirziyoyev, sta effettuando trasformazioni estensive su larga scala nel sistema energetico. Compresa la modernizzazione delle reti del gas grazie all’utilizzo delle tecnologie più avanzate. Attualmente, nel Paese è stato implementato con successo un progetto per la produzione di una nuova generazione di dispositivi di misura del gas intelligenti. In breve tempo, Texnopark llc ha costruito nella città di Tashkent un impianto con una capacità produttiva di oltre tre milioni di contatori all’anno. Un progetto partito nel 2019 che per Pietro Fiorentini e Terranova rappresenta un enorme motivo di soddisfazione”, ha dichiarato in una nota stampa Cristiano Nardi, presidente del gruppo Pietro Fiorentini.

Texnopark llc si è aggiudicata il contratto di Khududgaztaminot jsc, la principale società del gas in Uzbekistan. Le prime moderne stazioni di monitoraggio e regolazione sono state installate nel distretto di Shaykhantaur a Tashkent. L’accordo è relativo a un progetto di introduzione di un sistema di controllo automatico della misura nel Paese. Negli ultimi 17 mesi in Uzbekistan sono stati prodotti e installati oltre 2,1 milioni di contatori intelligenti con tecnologia italiana, su un totale previsto di oltre 4 milioni, che saranno gestiti attraverso un’unica piattaforma software. Terranova fornisce un supporto completo alla digitalizzazione della rete finalizzato alla gestione in tempo reale dei sistemi di misura della pressione. Il risultato della collaborazione con Khududgaztaminot jsc è lo sviluppo congiunto e il lancio di un nuovo sistema automatico Askug billing.

L’investimento complessivo sarà superiore a 400 milioni di euro. I risultati sono tangibili: l’installazione di contatori intelligenti sulla rete ha sensibilmente ridotto le perdite registrate nell’ultimo anno, riportano le aziende. Ha anche diminuito la quantità di emissioni nocive nell’atmosfera per effetto di minori consumi da parte di utenti più responsabili.

La fase successiva del progetto prevede il miglioramento del sistema di approvvigionamento del gas e la continuità di erogazione nelle reti interne del Paese. L’installazione di stazioni delle nuove stazioni è prevista negli altri distretti di Tashkent. Alessandro Vistoli, ad di Terranova, ha aggiunto in nota: “Il presidente dell’Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev ha indicato la digitalizzazione e l’introduzione di tecnologie avanzate in tutti i settori dello stato e della società come una delle direzioni chiave dello sviluppo del Paese”. “Grazie all’intelligenza artificiale, le nostre piattaforme aprono ulteriori opportunità per automatizzazione dei processi dell’intero settore della fornitura del gas”, conclude Vistoli.

Saipem e Technipfmc condividono un accordo commerciale volto a creare nuove opportunità tramite il Surf

Saipem e Technipfmc, multinazionale britannica attiva nel settore petrolifero, promuovono una cooperazione commerciale che permetterà loro di selezionare progetti in diverse aree geografiche. Questa condivisione produrrà benefici ai propri clienti. L’accordo commerciale perseguirà iniziative specifiche relative al mercato dei Subsea umbilicals, risers and flowlines (Surf), campo in cui la complementarietà degli asset, delle tecnologie, dei prodotti e delle competenze delle due società contribuirà a migliorare la reddittività degli stessi. Portando una riduzione dei rischi, a vantaggio di tutte le parti interessate. La collaborazione avrà accesso a un’ampia gamma di prodotti Surf e di metodi d’installazione. L’accordo punta a guidare la creazione di una maggiore flessibilità operativa e ottimizzazione d’esecuzione su progetti Surf sia Epci (Ingegneria, approvvigionamento, costruzione ed installazione) che iEPCI™ (Ingegneria, approvvigionamento, costruzione ed installazione integrati).

Stefano Porcari, chief operating officer della divisione E&C offshore di Saipem, ha commentato in una notas stampa: “L’accordo avrà accesso a navi ed infrastrutture abilitanti e complementari oltre che a competenze tecnologiche consolidate per la posa in Reel e Jay. Insieme saremo in grado di fornire un servizio completo per quegli sviluppi complessi che richiedono un’ampia gamma di tecnologie e capacità”.

Jonathan Landes, presidente Subsea di Technipfmc ha rimarcato: “È importante sottolineare che l’offerta congiunta amplierà il potenziale del modello iEPCI™ specialmente quando combinato con l’innovativo sistema di produzione Subsea 2.0™ di Technipfmc”.

Enel X e Gogoro cooperano nel settore della mobilità elettrica

Le aziende Enel X e Gogoro, primaria realtà taiwanese produttrice di scooter elettrici, hanno annunciato una collaborazione per implementare la rete elettrica locale, gestita dall’azienda pubblica Taiwan power company (Tpc).

La società di Gogoro gestisce l’infrastruttura con oltre 2100 stazioni di ricarica/sostituzione delle batterie, con una potenza di quasi 1,3 GWh. Il sistema opera tramite centrali elettriche virtuali, servizio svolto per Tpc dal giugno 2020. La collaborazione contribuisce all’impegno di Taiwan di promuovere la decarbonizzazione e la transizione verso le energie rinnovabili. Accelerando al contempo l’elettrificazione dei trasporti attraverso programmi avanzati di mobilità sostenibile.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.