rilancio opportunità fotovoltaicoNella rubrica settimanale dedicata alle aziende parliamo di rinnovabili e materie prime.

Le aziende italiane all’estero

Un nuovo parco fotovoltaico da 87,5 MWp di Eni in Francia

Dhamma energy, azienda controllata al 100% da Eni attiva nello sviluppo di impianti fotovoltaici, ha inaugurato lo scorso 19 ottobre un parco fotovoltaico da 87,5 MWp. L’infrastruttura si trova ad Athies-Samoussy, nel nord della Francia, e si sviluppa nei 100 ettari di terra al posto dell’ex base aerea Nato di Laon-Athies. È costituito da 5 impianti fotovoltaici completamente operativi e produrrà circa 93 GWh all’anno, equivalenti al consumo domestico di 40.000 famiglie. Il progetto è fortemente incentrato sullo sviluppo del territorio e sulla partecipazione di diverse organizzazioni locali e regionali, 250 le persone che hanno lavorato nel cantiere. Inoltre, il progetto ha raccolto nel 2020 circa 2,6 milioni di euro grazie a un’iniziativa di crowdfunding a livello locale e a investitori pubblici. Dhamma energy detiene attualmente 120 MWp di impianti fotovoltaici operativi in Francia e una pipeline di progetti solari in fase di sviluppo di quasi 3 GWp in Francia e in Spagna.

Baglioni punta 1,7 milioni di euro sul mercato cinese

Con un investimento di 1,7 milioni di euro Simest contribuisce alla crescita internazionale di Baglioni, azienda di Novara attiva nella produzione e commercializzazione di serbatoi e corpi a pressione in acciaio al carbonio e inox. Le risorse fornite da Simest saranno utilizzate per costruire un nuovo stabilimento da parte della controllata cinese Aircom general equipment manufacturing co. ltd. Con l’operazione, Simest è diventata azionista di minoranza di Aircom. L’investimento ha beneficiato anche dell’intervento del Fondo di venture capital, strumento agevolativo gestito in convenzione con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale.

Questa partecipazione permetterà al gruppo Baglioni di portare avanti, assistita dallo studio Fiorini, una riorganizzazione complessiva della propria presenza in Cina. L’obiettivo finale è di integrare e potenziare le attività sul territorio asiatico e puntare a raggiungere un maggiore presidio del mercato. Franco Tartaglino, ad del gruppo Baglioni, ha commentato: “Questa operazione rappresenta una conferma del processo di internazionalizzazione ormai avviato dal nostro gruppo”.

Le aziende Honeywell e Saipem collaborano per la produzione efficiente di urea

Honeywell multinazionale statunitense attiva nel settore dei materiali speciali e Saipem hanno sottoscritto un accordo. L’intesa tra le aziende servirà a sviluppare e alla commercializzazione di un “Digital twin” per la tecnologia SnamprogettiTM urea di Saipem. La soluzione sarà sviluppata su Honeywell forge, il software di gestione delle prestazioni aziendali di Honeywell. Lo scopo è consentire ai clienti di migliorare la produzione di urea tramite la simulazione virtuale dei processi chiave. Il nuovo servizio sarà venduto con il marchio Saipem e supportato da Honeywell forge. L’azienda di S. Donato Milanese si occuperà, quindi, della gestione e del supporto tecnico dello strumento digitale, coinvolgendo Honeywell quando richiesto. La soluzione digital twin di Honeywell sarà utilizzata anche come modello virtuale per guidare gli ingegneri. Fornirà informazioni utili sulle prestazioni della macchina e sulle esigenze di manutenzione al fine di ottimizzare la produzione vegetale di urea. Questa scelta è rafforzata da oltre 60 unità di processo in tutto il mondo. Saipem potrà così rispondere tempo reale sulla gestione operativa degli impianti, raccogliere dati per il monitoraggio e la manutenzione predittiva. Al fine di ottimizzare le operazioni dei propri clienti e fornire maggiore valore agli stakeholder. La soluzione permetterà a Saipem di rimanere in stretto contatto con i propri clienti, anche dopo la consegna dell’impianto, così da raccogliere informazioni sulle prestazioni dell’impianto.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.