La rubrica settimanale ci porta nel nord Europa, dove si sviluppano soluzioni per navigare senza inquinare e per produrre energia dal sole anche sui mari tempestosi.

I traghetti elettrici norvegesi con zero impatto sull’ambiente 

Il parlamento di Oslo ha deciso che, entro il 2026, le uniche imbarcazioni autorizzate a navigare tra i fiordi saranno quelle mosse da propulsori elettrici, così da salvaguardare ambiente e benessere dei residenti. Questo provvedimento ha spinto le due aziende a condividere un approccio integrato verso una mobilità marina sostenibile; sono già in navigazione due catamarani frutto della collaborazione tra le due imprese: il primo (Vision of the fjords) ibrido e il secondo (Future of the fjords, Imbarcazione dell’anno nel 2018) completamente elettrico.

Adesso, con la terza imbarcazione motorizzata da Nidec, la tecnologia elettrica fa un ulteriore passo avanti. Le soluzioni di immagazzinamento di energia nelle batterie (Bess l’acronimo in inglese), proposto dall’azienda meneghina per la Seasight IV, l’ultima imbarcazione prodotta dalla Brødrene aa, permetteranno una navigazione priva di emissioni inquinanti sia a livello di rumore che di sostanze climalteranti. Per quanto riguarda la dotazione motoristica, la soluzione Bess è sfruttata tramite due sistemi da 1.200 kW-1.009 kWh per un totale di 2018 kWh (2.4 MW), posti simmetricamente a babordo e a tribordo. L’evoluzione più importante rispetto alle due “progenitrici” è la dotazione di rack, che permette un significativo miglioramento tecnico. Nidec ha fornito anche le apparecchiature per la registrazione dati, la gestione degli accumulatori, il sistema di raffreddamento ad aria a circuito chiuso funzionante utilizzando uno scambiatore aria-acqua.

Le parole di Dominique Llonch, a.d. di Nidec asi e presidente di Nidec industrial solutions, svelano la soddisfazione per gli obiettivi raggiunti: “Questo importante progetto conferma il nostro impegno a sostegno dell’evoluzione in ottica sempre più green del settore marine, strategico nella promozione di una mobilità più sostenibile. I progetti che negli anni abbiamo seguito, a partire dall’Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina militare italiana, fino agli yacht Wider e alle altre imbarcazioni di Brødrene aa, dimostrano ancora una volta la validità e la duttilità delle nostre soluzioni per lo stoccaggio e la gestione dell’energia. Il proseguimento della partnership con Brødrene aa è un nuovo ed entusiasmante riconoscimento della serietà e la professionalità di tutti i nostri professionisti”.

La tecnologia di Moss maritime per sviluppare il solare galleggiante 

La tecnologia sviluppata dai ricercatori della divisione Xsight di Saipem, in cui Moss maritime si dedica ai servizi ad alto valore aggiunto per le attività di ingegneria, ha permesso all’azienda di S. Donato Milanese di partecipare, con la norvegese Equinor, allo sviluppo di soluzioni tecnologiche per un parco di pannelli solari galleggianti che possono essere installati in prossimità delle coste.

La particolarità di questa proposta risiede nel poter esser fruita anche in condizioni meteorologiche estreme: oltre al consueto utilizzo in zone prive di rilevanti riserve di acqua, può essere sfruttata anche in località molto ventose, grazie anche alla modularità del sistema che ne facilita fabbricazione, trasporto e installazione. Il commento di Ida Husem, Ad di Moss maritime, spiega gli obiettivi dell’azienda“L’accordo con Equinor va nella direzione intrapresa da Saipem e Moss maritime verso lo sviluppo di nuove tecnologie legate alle energie pulite. Moss maritime è costantemente alla ricerca di opportunità per applicare le proprie competenze nella progettazione e nei servizi di ingegneria anche nell’ambito delle energie rinnovabili”.

La scommessa che le due aziende si accingono a giocare è proiettata al raggiungimento di una dimensione globale nella fornitura di soluzioni per i parchi di pannelli solari galleggianti, sia costiere che in mare. Questo obiettivo non potrà transigere da una condivisione di esperienze e conoscenze per rendere più competitivo ed economico soddisfare le richieste sempre più pressanti di energia da fonti rinnovabili.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.