Le aziende dello Stivale questa settimana si concentrano in Europa

365

legambiemnte_report comunità rinnovabili 3Le attività estere delle imprese tricolori questa settimana sono presenti in Francia e Spagna

A2A completa la partecipazione nelle infrastrutture eoliche e fotovoltaiche di Ardian

Lo scorso 7 giugno A2A ha completato l’acquisizione dei portafogli eolici e fotovoltaici di Ardian. Seguendo quanto previsto dai contratti sottoscritti ed annunciati il 22 gennaio 2022.

Nello specifico, l’azienda bresciana ha acquisito partecipazioni in 3New&Partners, Daunia Calvello e Daunia Serracapriola. Aziende che detengono un portafoglio di parchi eolici in Italia con una potenza complessiva di 335 MW. A fronte di un Equity value di 265 milioni di euro.

Inoltre, A2A ha acquisito un altro portafoglio, relativo a 4New, composto da impianti eolici e fotovoltaici per complessivi 157 MW. Di questi 117 MW localizzati in Italia ed i restanti 40 MW in Spagna. In questo caso l’Equity value è pari a 187milioni di euro.

Gli impianti eolici oggetto dell’acquisizione si trovano in Sardegna, Puglia, Campania e nella regione spagnola della Catalogna. Quelli fotovoltaici, invece, sono situati in Puglia, Lazio e nella regione spagnola dell’Andalusia.

Bts Biogas costruisce due nuovi impianti in Francia

L’azienda con sede a Brunico (BZ) ha siglato un accordo con Oudon Biogaz, realtà costituita da 72 aziende agricole del dipartimento di Mayenne. Il contratto prevede lo sviluppo di un progetto per la produzione di biogas agricolo nella regione della Loira.

A fine aprile, Oudon Biogas ha posato la prima pietra dell’impianto che sarà realizzato con le tecnologie di digestione anerobica di Bts Biogas, nel comune di Livré La Touche, vicino a Craon, ed comincerà a funzionare nel 2023.

L’obiettivo di Oudon Biogaz è recuperare in modo sostenibile le oltre 140.000 tonnellate di effluenti prodotti nelle sue 72 fattorie. L’85% di questi, infatti, è costituito da sottoprodotti agricoli come liquame, letame e paglia. Che possono generare 55 GWh di biometano l’anno, equivalenti al consumo di 9.000 famiglie nella zona di Craon.

Potranno essere utilizzati anche scarti dei cereali e i sottoprodotti dell’agroindustria locale per alimentare l’impianto. Il biogas prodotto sarà immesso nella rete nazionale. Eviterà, così, l’emissione in atmosfera di circa 14.000 tonnellate di CO2. Che rappresentano le emissioni di gas serra generate da 5.500 automobili (con percorrenza media di 20.000 km/anno).

Il digestato verrà, invece, utilizzato nei 7.700 ettari di campi delle aziende agricole di Oudon Biogaz. Riducendo l’impiego di fertilizzanti chimici. L’impianto di Oudon Biogaz non solo contribuirà al 25% della produzione di biogas nel dipartimento di Mayenne, ma creerà anche 10 nuovi posti di lavoro.

Infine, Bts Biogas ha siglato un accordo anche con gli agricoltori delle Lisières de l’Oise, per lo sviluppo del progetto Biomethane du Vandy, presso Saint Etienne Roilaye, nell’Alta Francia.

L’impianto biogas, anche questo in esercizio nel 2023, sarà alimentato principalmente da insilato di mais, Cive e polpa di barbabietola. Necessari a generare circa 250 Nm3/h.

L’impianto produrrà energia sostenibile per 3.000 famiglie della zona, creerà 4 posti di lavoro diretti. Inoltre offrirà un nuovo sbocco per i co-prodotti e renderà disponibile alle aziende agricole il digestato, un fertilizzante naturale con caratteristiche agronomiche in grado di sostituire i fertilizzanti chimici.

La costruzione di due nuovi impianti in Francia, consolida la posizione di Bts Biogas sul mercato transalpino, in un settore in rapida crescita negli ultimi anni”. Conclude Franco Lusuriello, ad Bts Biogas.

Erg avvia il parco eolico di Les Bouchats in Francia

Erg comunica l’inizio dell’attività del parco eolico di Les Bouchats in Francia, nella regione Grand-Est per un totale di 19,8 MW.

Il parco è composto da 9 turbine Vestas V 110 da 2,2 MW. Sviluppato e costruito internamente, avrà una produzione complessiva a regime di circa 52 GWh annui.

Permettendo, così, di evitare l’emissione di circa 25 mila tonnellate di CO2 annue. L’impianto beneficerà di una tariffa regolata per una durata di 20 anni a partire dalla sua entrata in esercizio.

Erg sfrutta l’accordo di collaborazione con Volterres, gruppo fornitore di energia sostenibile, per offrire a circa 200 famiglie residenti nelle zone adiacenti energia elettrica pulita e a prezzi competitivi.

Paolo Merli, ad Erg, spiega: “Con l’avvio del parco di Les Bouchats, superiamo i 600 MW installati complessivi di eolico e solare in Francia. In coerenza con il nostro percorso di crescita ed internazionalizzazione. L’accordo per la fornitura di energia elettrica a livello locale conferma il nostro impegno verso le comunità per uno sviluppo sostenibile”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.