Le imprese tricolori questa settimana raggiungono l’Australia, gli Stati Uniti e la Svezia

Australia Webuild vince l’appalto per il North East Link di Melbourne

Webuild, multinazionale italiana attiva nella realizzazione di grandi infrastrutture, insieme alla coreana GS Engineering and Construction, la spagnola Cpb Contractors, la China Construction Oceania (Cco) e altri soci australiani, si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione del North East Link di Melbourne, una sorta di “raccordo anulare” intorno alla città nonché il principale appalto pubblico mai assegnato dallo stato del Victoria. Il progetto avrà ripercussioni enormi sul futuro di una città in crescita ma congestionata dal traffico e che dai 5 milioni di abitanti attuali dovrebbe arrivare a 10 nei prossimi venti anni. Il North East Link project è parte di un ambizioso piano infrastrutturale dal valore di oltre 110 miliardi di dollari da realizzarsi nei prossimi venti anni. La sua costruzione inizierà il prossimo anno, garantirà oltre 10.000 posti di lavoro e avrà un valore di 15.8 miliardi di dollari australiani pari a oltre 10 miliardi di euro.

Il gruppo Prysmian ha completato il percorso di assegnazione del contratto con Soo green Hvdc link negli Stati Uniti

Come anticipato nella rubrica della scorsa settimana, il gruppo Prysmian, impresa di levatura globale nel settore dei cavi per l’energia e le telecomunicazioni, ha annunciato oggi, a seguito dell’assegnazione della commessa comunicata dello scorso 21 giugno, la finalizzazione del contratto con Soo green hvdc link per la fornitura ed installazione di sistemi in cavo ad alta tensione in corrente continua (Hvdc: High voltage direct current) per un progetto unico nel suo genere: la trasmissione di energia per via terrestre lungo i tracciati ferroviari esistenti.

Concepito come il primo collegamento di una rete di energia pulita nazionale, il progetto interregionale da 2.100 MW connetterà due dei più grandi mercati energetici statunitensi, fornendo grandi quantità di energia rinnovabile a basso costo a diversi centri urbani, da Chicago alla regione medio-atlantica.

L’inizio della produzione dei cavi per il progetto è previsto per il 2023 presso lo stabilimento Prysmian di Abbeville, in Sud Carolina.

Entra in esercizio il parco eolico di Brattmyrliden, in Svezia, realizzato da Falck renewables

Falck renewables spa aggiunge altri 74,1 MW di nuova capacità eolica con l’entrata in esercizio dell’impianto di Brattmyrliden in Svezia. Il parco eolico è situato nei pressi del villaggio di Trehörningsjö, nel comune svedese di Örnsköldsvik. Si stima che l’impianto genererà fino a 263,5 GWh di elettricità all’anno. Il contratto copre circa il 70% dell’elettricità prodotta dal parco eolico. Parte dei proventi dell’impianto è destinata a un community benefit scheme ora attivo nell’area di Trehörningsjö. Lo schema sostiene progetti a impatto locale nelle attività dirette allo sviluppo rurale, alla promozione dell’istruzione, alla tutela dell’ambiente e alla fruizione del tempo libero. I progetti sono selezionati da un’associazione locale, Brattmyrlidens Intresseförening, che gestisce autonomamente il fondo. Questo approccio rientra nella missione di Falck renewables per la creazione di valore condiviso con le comunità che vivono nei luoghi in cui il Gruppo opera. L’infrastruttura fa riferimento a un Corporate power purchase agreement virtuale di 10 anni, sottoscritto il 22 luglio 2020 con Ball Corporation, multinazionale leader nella fornitura di imballaggi in alluminio.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.