La svizzera Met entra nel mercato italiano dell’energia sostenibile

520

solare fotovoltaico povertà energeticaIl gruppo svizzero Met, attore di levatura continentale nel settore dell’energia, implementa gli investimenti europei nelle rinnovabili. Interessati i mercati italiano e spagnolo.

L’azienda svizzera ha acquisito il 100% di cinque progetti solari greenfield in Italia, con una capacità installata prevista di 213 MWp.

Preso anche un progetto solare ready-to-build in Spagna, con una capacità installata prevista di 50 MWp. Questi progetti portano il suo portafoglio totale a 714 MWp.

Le infrastrutture nel nostro paese

I cinque progetti di fotovoltaico greenfield acquisiti da Met si trovano nell’Italia centrale e meridionale. Garantiranno a regime una produzione di oltre 350 GWh. Le infrastrutture utilizzeranno innovativi moduli fotovoltaici bifacciali montati su trackers mono-assiali in grado di ottimizzare la ricezione dei raggi solari.

È previsto il raggiungimento dello status di ready-to-build nel 2024.

I progetti in terra iberica

Ad aprile scorso, il Gruppo ha acquisito anche una partecipazione del 100% nel progetto solare Puerto Real 3 in Andalusia, Spagna.

Il progetto, da 50 MWp, è già ready-to-build e dovrebbe essere operativo nell’estate del 2023.

Met, attraverso la divisione Green assets, si occuperà dello sviluppo dei progetti in essere. L’obiettivo è quello di raggiungere 1 GW di capacità installata “verde” in Europa entro il 2026.

Christian Hürlimann, ad della divisione Green assets, dichiara: “Il nostro obiettivo è quello di costruire un portafoglio geograficamente diversificato di 1 GW di rinnovabili pure-play in Europa e, con queste due operazioni, siamo entrati anche nei mercati italiano e spagnolo”.

Giuseppe Rebuzzini, country manager di Met in Italia, conclude: “Le sinergie tra la futura produzione elettrica rinnovabile e le attività di vendita ai clienti finali di Met energia Italia saranno evidenti fin dal primo kilowattora immesso in rete. Contribuendo in questo modo a dare concretezza agli obiettivi nazionali della transizione energetica, finora rimasti in gran parte sulla carta”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.