La settimana delle aziende italiane dell’energia all’estero

La rubrica di questa settimana vede le nostre aziende attive in Spagna e nel mare indonesiano

135

La rubrica di questa settimana vede le nostre aziende attive in Spagna e nel mare indonesiano.

Erg collaborerà con Renergetica nelle rinnovabili in Spagna

Erg power generation spa, controllata da Erg spa, e la spagnola Renergetica, attiva nello sviluppo di progetti da fonti rinnovabili sul mercato internazionale hanno firmato un accordo per condividere lo sviluppo di progetti Greenfield per l’eolico e il fotovoltaico nel territorio iberico per un totale di 100 MW annui. Renergetica parteciperà con Erg nell’acquisizione di progetti Ready to Build e in Operations. Il progetto è orientato in un processo di cooperazione a lungo termine, flessibile e opzionabile e permetterà sia a Erg che a Renergetica di fare il proprio ingresso in un mercato molto attivo e competitivo e con ampi margini di crescita. La bontà della scelta è confermata anche dagli ambiziosi piani di decarbonizzazione e di sviluppo delle rinnovabili promossi da Governo e istituzioni spagnole. Paolo Luigi Merli, ad di Erg ha commentato: “L’accordo è coerente con la strategia di crescita di Erg, attraverso una maggiore diversificazione geografica e tecnologica del portafoglio Wind & Solar. La partnership con Renergetica, player con solida esperienza nello sviluppo delle rinnovabili, oltre all’opportunità di realizzare nuovi progetti, ci consentirà di acquisire know-how e sviluppare il network a livello locale, funzionali al nostro percorso di crescita in Spagna”. Claudio Rosmarino, ad di Renergetica, conferma: “L’accordo sottoscritto con Erg rappresenta un’ulteriore importante pietra miliare nel processo di crescita internazionale di Renergetica e consente alla nostra controllata Renergetica S.L. di sviluppare l’attività nell’importante mercato spagnolo forte di una partnership di primissimo livello, con l’auspicio di estendere la nostra collaborazione anche ad altri paesi di comune interesse”. L’accordo avrà una durata di cinque anni con la possibilità di essere rinnovato.

Il giacimento di Merakes nelle acque profonde dell’Indonesia inizia a produrre gas grazie a Eni

Eni ha avviato la produzione di gas dal Progetto Merakes, nel blocco East Sepinggan, situato a largo dello stretto di Makassar, nella provincia del Kalimantan Orientale, in Indonesia.

L’infrastruttura insiste in un giacimento a gas a largo nel bacino di Kutei, situato a circa 1.500 metri di profondità. I cinque pozzi sottomarini garantiranno una capacità di produzione di 13 milioni di standard metri cubi di gas al giorno (Smcd), equivalenti a 85.000 barili di petrolio equivalente al giorno (Boed). Il giacimento sfrutterà l’Unità di Produzione Galleggiante (Fpu) di Jangkrik, operata da Eni, a 45 chilometri da Merakes, che unito al gas proveniente dal giacimento di Jangkrik porterà la sua capacità fino a 21 milioni di Smcd. Il gas prodotto da Merakes è trasportato alla Fpu attraverso condotte sottomarine e, dopo essere stato trattato, verrà convogliato all‘Onshore Receiving Facility (Orf) di Senipah, utilizzando le infrastrutture di trasporto esistenti di Jangkrik.

La produzione di gas di Merakes sarà parzialmente destinata al mercato interno, e contribuirà inoltre all’estensione della vita operativa dell’impianto di Bontang Lng, uno degli impianti di trasformazione di Gnl più affidabili al mondo che fornisce sia il mercato interno che i mercati esteri.

L’ad Eni Claudio Descalzi ha commentato: “Siamo davvero orgogliosi dell’avvio di Merakes, un progetto che sfrutta le sinergie con le infrastrutture di Eni già esistenti e frutto della proficua collaborazione con i nostri partner e con le autorità indonesiane. Merakes è uno dei principali progetti di Eni nel 2021 e contribuirà all’incremento del gas nel nostro mix produttivo, in linea con gli obiettivi strategici della società”.

Eni opera nel blocco East Sepinggan con una partecipazione del 65% attraverso la sua controllata Eni East Sepinggan Ltd. Gli altri soci sono: Neptune Energy East Sepinggan B.V, con una quota del 20%, e PT Pertamina Hulu Energi, con il rimanente.

Eni è presente in Indonesia dal 2001, dove sfrutta un importante portafoglio di asset in esplorazione, produzione e sviluppo.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.