La settimana dell’energia e dell’ambiente vede le aziende italiane tra Francia e Lettonia.

Erg entra nel mercato fotovoltaico francese con un portafoglio di circa 80 MW

Erg, attraverso la controllata transalpina Erg Eolienne France, ha firmato un accordo con il fondo Fpci Capenergie 3 gestito dal private equity investor francese Omnes Capital. L’accordo è destinato all’acquisto del 100% del capitale sociale di Omniwatt, azienda titolare di un portafoglio composto da cinque parchi eolici per un totale di 58 MW e due parchi fotovoltaici per un totale di 22 MW situati oltralpe. La potenza totale installata è pari a 80 MW e le infrastrutture sfruttano un incentivo per il regime tariffario che ha una scadenza media fino al 2034. La produzione totale stimata annua è di 174 GWh e corrisponde a 95kt di emissioni di CO2 annue evitate.

Paolo Luigi Merli, amministratore delegato di Erg, spiega il successo dell’operazione: “Con questa operazione, coerente con il Piano Industriale 2021-2025, entriamo nel mercato fotovoltaico francese e incrementiamo la capacità installata nel paese a quasi 500MW. Lo faremo attraverso modalità di vendita garantite da tariffe e con un portafoglio di elevata qualità, ubicato in prossimità di altri nostri asset operativi e logistici del Gruppo con importanti sinergie operative”.

Il valore dell’operazione in termini di equity value è di 45 milioni di euro. L’Ebitda medio atteso è di circa 11 milioni di euro e la posizione finanziaria netta a fine 2020 di 101 milioni di euro. L’atto conclusivo dell’operazione è previsto entro il prossimo luglio, dopo l’autorizzazione del ministero francese dell’Economia e delle finanze.

Verde srl si aggiudica una gara della municipalità di Riga, in Lettonia, nel settore vivaistico

Le aziende italiane intervengono anche per piantumare zone con criticità ambientali. Verde S.r.l. di Sovico (MB), azienda attiva nelle attività di giardinaggio e floricultura, si è aggiudicata una gara d’appalto per “Lavori di piantumazione e impianti arborei nelle aree verdi della città di Riga“, indetta dall’assessorato all’Ambiente della municipalità di Riga.

Il progetto prevede i lavori di rinnovo del patrimonio arboreo e arbustivo comunale, nello specifico la fornitura e messa a dimora di 154 piante divise in nove diverse aree del territorio della capitale, compreso il centro storico. Nel corso degli anni è stato necessario abbattere numerosi alberi ai fini della sicurezza e della pubblica incolumità. Il progetto sviluppato dall’impresa italiana vuole sanare tale situazione, nell’ottica di ripristinare il patrimonio verde della capitale.
L’appalto ha un valore di 85.872 euro e dovrà essere completato in 210 giorni lavorativi.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.