E.ONAdvertisementLiberare il pianeta dagli sprechi dipende dalla consapevolezza: questo il messaggio al centro della Giornata E.ON Contro Gli Sprechi, che si è tenuta il 13 dicembre a Milano presso l’UniCredit Pavilion. Un’intera giornata di immersione dentro allo spreco per comprenderlo in maniera emozionale, a un anno esatto di distanza dal lancio della campagna #odiamoglisprechi con l’iniziativa del “palazzo ghiacciato”.

Finalizzata a raccontare e far comprendere il tema dello spreco e i modi per combatterlo, l’iniziativa si è composta di una mostra emozionale – aperta a tutti –, un’esposizione dei progetti e delle strategie E.ON su mobilità, smart home ed energia solare e sulla compensazione delle emissioni inquinanti, una serie di strumenti interattivi con tecnologie immersive per misurare la propria capacità di contenere lo spreco e due conferenze spettacolo per le scuole. La giornata si è conclusa con un momento di confronto alla presenza del CEO E.ON Italia Péter Ilyés e con uno spettacolo di Enrico Bertolino.

“Il nostro impegno nella lotta allo spreco e per l’efficienza energetica in casa e in azienda si attua tramite l’offerta soluzioni innovative, studiate per garantire sostenibilità, contenimento delle emissioni e risparmio” – ha commentato Péter Ilyés, CEO di E.ON Italia – “Ma si concretizza anche in un lavoro costante di sensibilizzazione e di formazione delle persone, con particolare attenzione alle nuove generazioni, che si riassume nella nostra giornata contro gli sprechi”.

La giornata è stata l’occasione per lanciare il nuovo progetto E.ON Energy4Green, in collaborazione con AzzeroCO2, per fornire a PMI e ai clienti industriali un ampio programma di riduzione e compensazione della CO2, inclusi servizi “green” come CarbonFootprint, WaterFootprint, Modello ISO 50001, progetti di compensazione e di comunicazione verde.

E.ON ha inoltre comunicato i più recenti risultati sul progetto “I Boschi E.ON”, anch’esso nato dalla partnership con AzzeroCO2: come promesso lo scorso anno, l’azienda ha raggiunto l’ambizioso traguardo di 60.000 alberi piantati su una superficie totale di 61 ettari, distribuiti in 18 aree d’Italia, per un totale di oltre 40.000 tonnellate di CO2 compensate.

“Siamo particolarmente fieri di questi risultati – ha commentato Cristian Acquistapace, CSO di E.ON Italia – “l’iniziativa “Boschi E.ON” rappresenta il più grande progetto di forestazione realizzato in Italia da un’azienda privata. Con AzzeroCO2 abbiamo ora intrapreso una nuova partnership che offre alle imprese una proposta integrata e green: è una novità assoluta, che dà ai nostri clienti la possibilità di fare un audit energetico, di verificare gli indicatori di impatto ambientale e definire un percorso di riduzione e compensazione della CO2 prodotta”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.