Abb E-mobility apre in Toscana il più grande impianto di produzione di stazioni di ricarica

172

punto di ricarica casalingoLa multinazionale elvetica ha rafforzato la sua posizione di attore globale nelle soluzioni di ricarica per veicoli elettrici. Dallo scorso 21 giugno, infatti, è in attività il più grande sito di produzione di stazioni di ricarica in corrente continua di Abb. L’impianto è a San Giovanni Valdarno (AR).

L’attività del sito 

L’infrastruttura produrrà tutte le soluzioni di ricarica in corrente continua. Promuovendo così l’elettrificazione di tutti i settori del trasporto. Rafforzando inoltre l’impegno per un futuro a zero emissioni.

L’apertura del nuovo stabilimento di Valdarno consente di produrre oltre 10.000 stazioni di ricarica in corrente continua in più all’anno.

Il nuovo impianto rappresenta un punto di riferimento per il settore. Produce una stazione di ricarica in corrente continua ogni 20 minuti grazie alle sue sette linee di produzione.

Le 15 aree di prova sono in grado di simulare oltre 400 sessioni di ricarica al giorno.

Infine, le soluzioni di automazione integrate collegano la produzione all’innovativo magazzino automatico Garantendo così un controllo ottimizzato delle scorte, una tracciabilità completa e operazioni efficienti. Supportate da Agv e veicoli di movimentazione.

Non solo industria, gli effetti su occupazione e ricerca

Inoltre, la nuova struttura promuoverà l’innovazione aziendale. Con un impegno pari al 14% del fatturato del 2021 in ricerca e sviluppo, la sede di Valdarno ospiterà uno spazio di 3.200 m² per lo sviluppo e la prototipazione.

Qui, circa 70 degli oltre 500 dipendenti del sito si dedicheranno all’implementazione di soluzioni innovative, nuovi software e strumenti di gestione del ciclo di vita del prodotto. Così da integrare completamente le attività di R&D con la produzione.

Abb E-mobility impiega più di 350 esperti di R&D a livello globale. Con un portafoglio di oltre 350 brevetti.

L’attenzione verso l’ambiente

La struttura di Valdarno mira a ottenere anche la certificazione gold level Leed. Il requisito indipendente riconosciuto a livello mondiale per la progettazione, la costruzione e la gestione di edifici eco-compatibili.

Perciò l’acqua piovana viene raccolta per l’irrigazione, il 100% degli scarti di produzione viene riciclato e la totalità del fabbisogno energetico è soddisfatta da fonti rinnovabili certificate. Grazie a un impianto fotovoltaico che fornisce 720MWh di elettricità. Corrispondenti alla mancata emissione di 338 tonnellate di CO all’anno.

La distribuzione elettrica del sito, infine, è ottimizzata anche grazie ad Abb Ability energy e asset manager. È una piattaforma che monitora e gestisce in modo efficiente oltre 9.000 dispositivi in tutta la struttura. Tra questi: la regolazione termica, l’illuminazione e le unità di trattamento dell’aria. Soluzioni che permettono un potenziale risparmio energetico del 60% rispetto a quelle tradizionali.

Le parole dei protagonisti

Francesco Mennucci, ad Abb E-Mobility spa Global Abb E-mobility division operations & service manager, dichiara: “Siamo impegnati a costruire un futuro a zero emissioni. L’apertura di questo nuovo stabilimento a San Giovanni Valdarno ne è un segno”. 

“Nell’eccellenza globale del sito a San Giovanni Valdarno c’è una scommessa che parla al mondo: l’innovazione del mercato della mobilità. Oggi salutiamo una nuova impresa che parla al futuro dal cuore della nostra regione, il Valdarno aretino. Siamo orgogliosi di ospitare un progetto che opera secondo i criteri di sostenibilità”. Aggiunge il presidente della regione ToscanaEugenio Giani.

“Con l’insediamento di Abb prende fisionomia compiuta l’area di Sant’Andrea. Questa area, diversi anni fa, era stata individuata come l’area produttiva del nostro Comune. Per una serie di alterne vicende, non aveva mai potuto vedere realizzata la propria vocazione. 

Il nuovo insediamento produttivo Abb sarà un centro di eccellenza mondiale nell’ambito della mobilità”. Conclude il sindaco di San Giovanni ValdarnoValentina Vadi.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.