“Oggi è stato fatto un ulteriore passo in avanti in tema di mobilità sostenibile e miglioramento degli spostamenti dei cittadini”. Così Michele Dell’Orco, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, ha commentato ieri in nota stampa l’approvazione in prima lettura del disegno di legge che modifica il codice della strada. Il ddl ora dovrà passare in Aula e in Senato per diventare legge entro l’autunno, come auspicato dal sottosegretario.

Con questa nuova legge il governo vuole “migliorare il trasporto di persone e aumentare la sicurezza, soprattutto dei soggetti vulnerabili”, prosegue Dell’Orco, con “norme di buonsenso a tutela dei più deboli che mancavano e che era doveroso inserire”. 

Le novità del Codice della Strada

Tra le novità contenute, anticipa il sottosegretario, “zone a traffico limitato o aree pedonali davanti le scuole, almeno negli orari di ingresso e di uscita degli alunni”, sanzioni raddoppiate per chi occupa senza giusta causa un parcheggio per disabili, “obbligo di installazione di cinture di sicurezza sugli scuolabus” e inasprimento delle multe per chi non rispetta i segnali di stop ai passaggi a livello. Sulla mobilità ciclistica e pedonale, in particolare, “si prevede la circolazione in autostrada di moto elettriche, al momento escluse” e per l’inserimento dell’obbligo “del rispetto di distanza laterale dalle bici in fase di sorpasso”. Infine, la norma prevederà alcune facilitazioni: sarà possibile restituire e avere un duplicato della targa deteriorata “senza dover affrontare le più onerose spese di re-immatricolazione” e la validità del foglio rosa sarà allungata da sei mesi a un anno “così da poter sostenere fino a tre prove di esame per la patente”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.