Viaggiare in elettrico è possibile. Un requisito fondamentale alla buona riuscita del viaggio? La pianificazione dettagliata del percorso e la corretta valutazione dei punti di ricarica lungo il tragitto. Un monito, un suggerimento, un’esortazione quello che anima il 1° Giro d’Italia in elettrico in partenza oggi da Roma. Un percorso di 1.250 km che la squadra composta dai due giornalisti Mauro Tedeschini e Valentina Lo Surdo, da una fleet manager e da un social media reporter percorrerà a bordo delle due e-Golf Volkswagen.

Promossa da Auto Aziendali magazine, LeasPlan, Repower e Volkswagen, l’iniziativa punta ad evidenziare i vantaggi in termini di risparmio economico e ambientale della mobilità elettrica e a dimostrare che l’adozione delle e-car sia già possibile, soprattutto nelle flotte aziendali. Queste sono “pionieristiche per lo sviluppo di nuove soluzioni verdi di mobilità”, spiega a Canale Energia la redazione di Auto Aziendali magazine, e dunque “le più disponibili a sperimentare”. “Il trend oggi – prosegue – va sempre meno verso il possesso del mezzo e sempre più verso il noleggio”.

Le tappe del viaggio

La prima tappa coprirà la tratta da Roma a Milano passando per Firenze, Modena e Fidenza e terminerà domani. Il 27 febbraio inizierà la seconda da Torino per chiudersi il giorno seguente a Venezia con le tappe intermedie di Milano, Sirmione e Verona. “Ci auguriamo che non ci sia nessun intoppo o guasto ai veicoli”, dichiarano dal Magazine.

Le modalità di ricarica in Italia

Le e-Golf saranno ricaricate presso i punti di Ricarica 101 di Repower, telegestiti attraverso un sistema integrato e geolocalizzato sull’applicazione dedicata, che indicherà ai conducenti la disponibilità, la potenza, la compatibilità e il percorso migliore per raggiungerle. Le paline, ovvero le torrette di ricarica, consentono di ricaricare due mezzi in contemporanea grazie alle due prese in corrente alternata. Con 2 euro è possibile percorrere una distanza di 100 km. I tempi richiesti vanno dai 15 ai 180 minuti a seconda della modalità: 22kW trifase 400V 32A, 7,4kW monofase 230V 32A, 3,7kW monofase 230V 16A.

Caratteristiche tecniche della e-car

Le auto hanno un’autonomia di 300 km (NEDC) e montano la nuova batteria agli ioni di litio da 35,8 kWh. Possono essere ricaricate in circa 17 ore se si usa una normale presa di corrente della rete domestica o in 5 ore se si utilizza la wallbox a corrente alternata, lo stesso tempo richiesto ai punti pubblici di ricarica. Il tempo si riduce fino a 45 minuti se si usa, nelle stazioni pubbliche, il sistema di ricarica combinato CCS.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo anche di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.