nuova etichetta Ue pneumatici
Nuova etichetta Ue pneumatici

Dal prossimo maggio, entrerà in vigore la nuova etichettatura europea degli pneumatici con la finalità di fornire ai consumatori informazioni più complete sul prodotto, ma anche su ambiente, consumi e sicurezza stradale.

Nella nuova etichetta è stata revisionata la classe di resistenza al rotolamento, quella di frenata sul bagnato e il livello di rumorosità che sarà indicato dal numero di decibel. Per quanto riguarda i consumi e l’aderenza sul bagnato, il punteggio viene attribuito con le lettere che vanno dalla A alla G, quindi dal migliore al peggiore. I consumi sono indicati, oltre che dalle lettere, anche dai colori che vanno dal verde al rosso.

Gli utenti potranno avere accesso ad un database europeo all’interno del quale potranno trovare informazioni aggiuntive sullo pneumatico, per accedervi basterà scansionare il QR code presente sull’etichetta. Da qui, si verrà collegati al database EPREL (European Product Registry for Energy Labelling) dove sono contenute tutte le schede informative dei prodotti.

Due nuovi pittogrammi saranno inseriti per indicare se lo pneumatico ha un’aderenza su neve corrispondente agli standard di omologazione europei e se ha sul ghiaccio il grip in linea con il nuovo standard Iso. I simboli saranno un fiocco di neve e ghiaccio.

Questo nuovo modello di etichettatura è pensato per orientare il consumatore in un mercato ricco di offerta, all’interno del quale deve essere guidato nella sua scelta dall’efficienza del prodotto. Lo pneumatico giusto fa risparmiare in termini di consumo di carburante e migliora le prestazioni sugli spazi di frenata. Scegliere pneumatici con una minore resistenza al rotolamento fa risparmiare sul costo del carburante e riduce le emissioni.

Obiettivo della nuova etichetta europea è anche anche quello di incrementare la sicurezza su strada dell’utente, fornendo informazioni sempre più chiare in merito all’aderenza sul bagnato del prodotto. Le informazioni sulla rumorosità sono orientate a ridurre l’inquinamento acustico.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.