Le aziende che offrono beni di largo consumo guardano alla sostenibilità degli involucri. L’analisi GlobalData

232

Le imprese attive nell’offerta di beni di largo consumo (FMCG l’acronimo in inglese) promuovono l’adozione di involucri sostenibili. Così da rispettare i criteri Esg

EsgLa prevenzione deve essere sostenuta da tutti gli attori

Quando si parla di sostenibilità, è necessario declinare il discorso coinvolgendo tutte la parti in causa. Acquirenti, investitori e politici devono giustificare le proprie scelte seguendo un progetto destinato a tutelare l’ambiente a livello globale.

Quindi, le scelte dei consumatori sono guidate da criteri etici e sostenibili.

La ricerca di GlobalData

Lo scorso aprile, la britannica GlobalData ha promosso un’indagine sull’orientamento delle imprese verso la riduzione dell’impatto ambientale delle confezioni.

Il risultato sottolinea come il 35% delle imprese, nell’ultimo anno, abbia modificato la propria attività per soddisfare i criteri Esg.

Kiran Raj, Practice Head of  Disruptive Tech at GlobalData, spiega: “Entrati in un mondo post pandemia, gli acquirenti stanno riorientando le proprie scelte. I produttori stanno allineando la produzione sui 4 pilastri della sostenibilità: riduzione, riuso, riciclo e recupero”.

Shagun Sachdeva, Project Manager of  Disruptive Tech at GlobalData, conclude: “Anche se le imprese hanno reso il riciclo un momento giustamente condiviso, non è sufficiente. Molti rifiuti di plastica riciclabili non vengono riciclati. Inoltre è necessaria una quantità rilevante di energia per trattarli”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.