Lbo France inizia la seconda fase dei suoi Property Improvements Bonds

190

pnrr logisitca porti MimsEnergeaLbo, la squadra di Lbo France basato a Roma e dedicato agli investimenti infrastrutturali per la transizione climatica, ha lanciato la seconda fase dei suoi Property Improvements Bonds (Pib2). Saranno parte del programma Vita Superbonus.

I titoli per i miglioramenti delle proprietà

Il programma finanzia interventi di efficientamento energetico del patrimonio immobiliare. Sfruttando anche il Superbonus, all’interno del Pnrr basato su crediti d’imposta trasferibili.

I titoli del programma Vita Superbonus sono emessi da pmi italiane per finanziare i costi di interventi di riqualificazione. Hanno una scadenza massima di 18 mesi e sono garantiti dal Fondo Centrale di Garanzia per le pmi gestito dal Mediocredito Centrale.

E’ iniziato con il Pib 1, lanciato lo scorso febbraio, che nell’arco di 8 settimane ha visto la sottoscrizione di circa 100 milioni di euro per 18 green bond. Pari al 20% di tutte le obbligazioni “sostenibili” emesse ad oggi in Italia da pmi italiane non quotate.

Il successo dell’iniziativa

In considerazione della crescente domanda da parte dei proprietari di edifici, piccole medie imprese, investitori istituzionali e non, Energia Lbo ha avviato il Pib 2.

Quest’ultima fase ha una dote di 75 milioni di euro, che può crescere fino a 150. La parte più corposa sarà sottoscritta da Banca IMI.

Pietro Zerauschek, a capo di EnergeaLbo, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti della fattiva collaborazione sviluppatasi tra tutti i partecipanti. Che ci ha consentito di chiudere in tempi record la fase del programma Vita Superbonus. I fondi sono destinati al settore edilizio, spina dorsale del Sistema Italia“.

I rischi equity saranno, invece, sottoscritti da fondi gestiti da Glennmont Partners-Nuveen, P&G e Azimut, e dalla stessa Lbo France, che è anche gestore dei fondi Pib.

I vantaggi per l’ambiente

La serie Vita Superbonus contribuisce, infine, a diversi obiettivi di sviluppo sostenibile Sdgs. Tra cui il 13 (Azione per il clima), il 7 (Energia accessibile e pulita), l’11 (Città e comunità sostenibili) e l’8 (Lavoro dignitoso e crescita economica).

Il programma crea inoltre valore Esg in molteplici dimensioni, contribuendo a creare posti di lavoro e a modernizzare il patrimonio immobiliare italiano. Sfruttando misure concrete di lotta al cambiamento climatico. Il programma è inoltre conforme ai Green Bond Principles definiti nello European Green Bond Standard

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.