Eneatech 1024x576La fondazione Enea tech è operativa. Il ministro Patuanelli ha firmato il decreto di nomina del presidente Anna Tampieri e dell’amministratore delegato Salvatore Mizzi. La fondazione gestirà il primo fondo italiano interamente dedicato al trasferimento tecnologico tra il mondo della ricerca e le imprese.

Fondazione Enea tech, chi sono il presidente e l’a.d.

 Oltre al presidente Anna Tampieri, direttore dell’Istec (Istituto di scienza e tecnologia dei materiali ceramici del Cnr) e al direttore  Salvatore Mizzi, già a.d. di Invitalia Ventures, nel Consiglio è presente anche il presidente di Enea Federico Testa.

Cos’è Enea tech

Enea tech è una fondazione di diritto privato vigilata dal Mise. La sua missione è investire in tecnologie innovative ed emergenti di interesse strategico nazionale e di scala globale. Gestisce il Fondo per il trasferimento tecnologico istituito presso il ministero dello Sviluppo economico. E opera sul modello delle grandi agenzie federali statunitensi e di nuove agenzie europee. Il tutto attraverso una struttura tecnica di investimento snella e indipendente.

Collaborazioni con centri di ricerca

La fondazione collabora con centri di ricerca, università, spin-off, pmi e corporate. L’obiettivo è garantire velocità nel trasferimento tecnologico, oltre che flessibilità e rapidità di intervento nel cogliere nuove opportunità per la crescita e la capacità competitiva del Paese.

Promuovere investimenti

Enea tech punta a promuovere investimenti e iniziative in materia di ricerca e sviluppo e trasferimento tecnologico. E a favore delle imprese operanti sul territorio nazionale. Con particolare riferimento alle start-up innovative e alle pmi innovative.

I prossimi step

A partire dalle prossime settimane verranno inoltre attivati i team di investimento verticali. Che interverranno attraverso strumenti di venture capital per accompagnare lo sviluppo delle innovazioni rilevanti dei centri di ricerca, di start-up e spin-off universitari e delle pmi.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.