Italia Solare
Il position paper di Italia Solare sulla transizione ecologica

Italia Solare, nel suo documento articolato in 5 punti, redatto dagli esperti del gruppo di lavoro Mercato Elettrico, riporta i passi che, secondo l’Associazione, vanno compiuti per realizzare concretamente la transizione ecologica.

L’Associazione inoltre, esterna la propria preoccupazione nei confronti dei distributori e gestori delle reti di trasporto come Terna e Snam, concessionari di attività soggette a monopolio naturale. In quanto nei settori di libero mercato possono sfruttare vantaggi di diversa natura nei confronti dei concorrenti, questo è esattamente il quinto punto del paper.

Paolo Rocco Viscontini, presidente di Italia Solare, afferma in nota stampa che: ”un sistema elettrico carbon neutral richiede una piena integrazione di risorse come fonti rinnovabili e accumuli, e la loro abilitazione, assieme alla domanda, al mercato dei servizi. Solo in questo modo sarà possibile garantire non solo la generazione di energia da fonti pulite e sostenibili, ma anche la sicurezza del sistema elettrico in assenza di un contributo sostanziale delle fonti tradizionalmente deputate a ciò, vale a dire quelle fossili”.

I 5 punti del position paper si focalizzano su:

  • Digitalizzazione delle reti, soprattutto locali, che dovrà consentire il dialogo e quindi l’interazione di tutte le risorse connesse, incluse quelle sottese a utenze residenziali.
  • Definizione di prodotti e servizi in grado di valorizzare adeguatamente il contributo fornito da ogni singola risorsa al raggiungimento di obiettivi prestabiliti è indispensabile per favorire la partecipazione di rinnovabili, accumuli e domanda alla gestione efficiente e sicura del sistema, riducendo la necessità di ricorso a incentivi.
  • Realizzazione di un’analisi approfondita dello stato del sistema, dei livelli di adeguatezza e sicurezza attuali e relativi a scenari compatibili con i target di decarbonizzazione previsti. Una simile attività dovrà essere condotta da un soggetto realmente super partes.
  • Analisi dei costi che dovranno essere sostenuti per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, rendendo quanto mai opportuna l’individuazione degli strumenti in grado di mitigare questo impatto.
  • La garanzia di un sistema pienamente competitivo e l’assicurazione di un confronto tra pari, senza che alcun contendente possa sfruttare indebiti vantaggi.
Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.