I dati di Enea sull’Ecobonus di ottobre 2022

La possibilità di detrarre il 110% per lavori, tra l’altro, destinati a migliorare la classe energetica di appartenenza degli immobili, ha coinvolto proprietari e aziende per migliorare le abitazioni.

ecobonusI lavori confermati

I lavori “asseverati” (quelli idonei a fruire dei vantaggi fiscali), a livello nazionale, hanno raggiunto i 55.025.068.368 di euro ammessi in detrazione. Mentre i lavori conclusi ammessi in detrazione hanno raggiunto i 38.361.618.456 di euro pari al 69,7%. Con un totale di 326.819 di asseverazioni.

Le tipologie di immobile interessate

I condomini hanno interessato il 12,4% degli edifici ristrutturati, con un investimento di oltre 24 miliardi di euro a fronte di lavori realizzati per circa 16 miliardi. Con 40.552 asseverazioni.

Gli edifici unifamiliari hanno registrato, rispettivamente, il 58,5% degli immobili, con oltre 21 miliardi per poco più di 15 miliardi. Le asseverazioni sono state 191.031.

Infine, le unità immobiliari (UI) funzionalmente indipendenti hanno insistito sul restante 29,1% per circa 9 miliardi per poco meno di 7. Con 95.230 asseverazioni.

Investimento medio

Infine, i condomini hanno speso circa 594.400 euro ciascuno, gli edifici unifamiliari 113.400, mentre le UI poco più di 97.000.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.