Altro che “Alieni”: a distruggere la Terra sono gli esseri umani

In vista delle elezioni di metà mandato, Fridays for Future USA lancia una campagna pubblicitaria sulle minacce che incombono sul futuro del Pianeta.

Non è tanto degli ufo, quanto di quello che si trova sulla Terra, che dobbiamo avere paura. È questo il messaggio della campagna pubblicitaria lanciata dal movimento Fridays for Future USA in vista delle elezioni di metà mandato dell’8 novembre. Il titolo è Aliens e l’obiettivo dei giovani che si battono per il clima è proprio quello di mettere in luce il ruolo degli esseri umani nella distruzione del Pianeta che li ospita.

Quattro dati per quattro scene apocalittiche

I poster sono stati realizzati insieme all’agenzia Fred & Farid Los Angeles, con cui il movimento aveva già collaborato in precedenza. Attraverso motivi fantascientifici in stile retrò, Aliens raffigura quattro diversi ambienti attaccati da umani che ricordano molto gli alieni nel tentativo di conquistare un pianeta straniero. Altrettanti dati descrivono le varie scene apocalittiche.

  • La deforestazione causata dagli esseri umani rilascia 2,4 miliardi di tonnellate di anidride carbonica nell’aria, provocando intensi sbalzi di temperatura che uccidono piante e animali.
  • Un veicolo passeggeri medio emette oltre quattromila chili di anidride carbonica l’anno, contribuendo al 27 per cento delle emissioni totali di gas serra negli Stati Uniti.
  • La pesca eccessiva è responsabile della perdita di biodiversità e di profondi squilibri negli ecosistemi marini che, ogni anno, assorbono grandissime quantità di carbonio.
  • Quasi cento milioni di barili di petrolio vengono consumati a livello globale ogni giorno, generando un terzo delle emissioni totali.
alieni Fridays for Future
La campagna Fridays for Future USA © Fred & Farid

L’importanza del voto

“Ogni votazione può avere un impatto sul clima. Le elezioni di metà mandato guideranno le politiche del Congresso in fatto di crisi climatica. Gli americani stanno assistendo all’innalzamento del livello dei mari, mentre le loro case bruciano. Dobbiamo eleggere leader che lotteranno per la giustizia. È tempo di votare per i nostri diritti e per il nostro Pianeta”. Queste le parole di Liv Schroeder di Fridays for Future USA. Gli Stati Uniti sono fra i Paesi con la maggior quota di emissioni: anche per questo, il presidente Joe Biden mira a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.