Il 21% del bilancio complessivo dell’UE per il 2020, su cui è stato raggiunto oggi un accordo tra le istituzioni europee, sarà destinato a misure volte ad affrontare i cambiamenti climatici. In totale la cifra è pari 168,69 miliardi di euro in stanziamenti di impegno (ovvero i finanziamenti che possono essere stabiliti nei contratti in un determinato anno) e 153,57 miliardi di euro in stanziamenti di pagamento (ovvero i finanziamenti che saranno erogati). Tra i comparti in cui verranno destinate le risorse, oltre alla lotta al climate change, anche l’occupazione, i giovani, la sicurezza e la solidarietà nell’UE.

La lotta al climate change

Tornando alla voce clima, il programma Life per l’ambiente e l’azione per il clima, ad esempio, riceverà 589,6 milioni di euro (+5,6% rispetto al 2019). Ad Horizon 2020, invece saranno destinati 13,46 miliardi di euro (+8,8% rispetto al 2019). Alla componente Energia del meccanismo per collegare l’Europa, che investe nella diffusione su vasta scala delle fonti rinnovabili, nel potenziamento delle infrastrutture esistenti per la trasmissione dell’energia e nello sviluppo di nuove infrastrutture, spetteranno 1,28 miliardi di euro (+35% rispetto al 2019). Infine la componente Trasporti del meccanismo per collegare l’Europa riceverà un sostegno pari a 2,58 miliardi di euro.

“Un bilancio all’insegna della continuità”

 “Il bilancio dell’UE per il 2020  commenta in una nota Günther H. Oettinger, Commissario europeo per il Bilancio e le risorse umane – è all’insegna della continuità: è l’ultimo nel quadro dell’attuale bilancio a lungo termine e l’ultimo proposto e negoziato dalla Commissione Juncker. Convoglierà le risorse là dove sono necessarie. Contribuirà a creare posti di lavoro, ad affrontare i cambiamenti climatici e a mobilitare investimenti in tutta Europa. Investirà nei giovani e in un’Europa più sicura. Tutte queste priorità si riflettono anche nella proposta della Commissione per il bilancio a lungo termine dell’UE oltre il 2020. Ora dobbiamo concentrarci sull’adozione tempestiva del prossimo bilancio a lungo termine, in modo da poter offrire certezza e stabilità ai nostri beneficiari e continuare a creare un valore aggiunto dell’UE per tutti.”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.