Serramenti efficienti, arriva l’etichetta di Anfit

448

Casa OkRaggiungere gli obiettivi di efficienza energetica e tutelare il mercato nazionale. Questo il duplice scopo del Label Energetico proposto da Anfit, l’associazione nazionale per la tutela della finestra made in Italy. L’etichetta, spiega l’associazione in una nota, consente di capire in modo oggettivo se il serramento installato in un particolare Comune garantisce le migliori prestazioni nell’ambito estivo e invernale.

L’etichettatura si basa sulle sei zone climatiche (A-F, dove l’ultima rappresenta i territori più freddi) in cui il Paese è stato diviso dal DPR 412/93 allo scopo di individuare i giorni e i periodi di attivazione dell’impianto di riscaldamento in base all’andamento della temperatura dell’aria esterna durante il periodo invernale (espressa in gradi giorno).

Conoscendo la trasmittanza termica del serramento (W/mqK), la dimensione dello stesso e il fattore solare g del vetro è possibile determinare le classi per il bilancio estivo e invernale. “Minore è la lettera individuata – prosegue la nota – migliori saranno le prestazioni. Molto importanti per una calibrazione delle prestazioni del serramento sono le zone climatiche le quali attraverso i gradi giorno (GG) indicano la necessità di privilegiare le prestazioni invernali a scapito di quelle estive”.

Così, ad esempio, per la zona climatica “F” saranno preferiti serramenti con tripli vetri per isolare al meglio le abitazioni nei mesi invernali mentre gli stessi non sono consigliati per le zone “A” o “B” dove la maggiore trasparenza consente di sfruttare il calore del sole.

L’Etichetta Energetica di Anfit, potrà essere utilizzato solo dalle aziende che si sottoporranno alla procedura per l’ottenimento del Marchio Quality dell’associazione che, con il monitoraggio costante di una società terza incaricata dal Consiglio Direttivo, garantirà la qualità, la sicurezza nell’uso e la realizzazione dei serramenti sul territorio nazionale. Nel Label, infatti, dovrà essere specificato il Paese di produzione del lotto dei serramenti. Inoltre, il Label Energetico sarà accompagnato da un “Certificato di Origine”, nel quale saranno riportati i riferimenti della commessa di produzione in modo da garantirne la provenienza; avrà inoltre funzione di garanzia in caso di necessità di manutenzione, ordinaria e straordinaria, dei serramenti.

Anfit – conclude la nota – partecipa al Gruppo di Lavoro, coordinato da Enea, che insieme ad altre associazioni sta realizzando la procedura per la creazione del Label Energetico Nazionale e che il Ministero competente è in procinto di approvare. Con il ritardo sull’approvazione di questo importantissimo strumento commerciale, purtroppo già utilizzato anche sul nostro territorio da aziende dei Paesi dell’Est concorrenti dei nostri associati e, in attesa dell’emanazione del Label nazionale, Anfit ha deciso di adottare una procedura volontaria”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.