Credit Photo (pagina Facebook dell’evento)

Il primo evento sportivo internazionale a impatto zero organizzato in Italia, le cui emissioni saranno compensate attraverso la piantumazione di un bosco di 108 ciliegi. Si tratta del Campionato Mondiale di Karate Shotokan – partito al Palaverde di Treviso il 22 settembre – che ha coinvolto due green partner, Studio SMA e Legambiente, e il Consorzio Tutela Prosecco DOC.

L’impatto ambientale legato a una manifestazione di questo tipo –  si legge in una nota – si attesta intorno ai 204 mila kg di CO2, di cui l’83% costituito da trasporti internazionali per gli atleti in arrivo a Treviso, consumi energetici, consumi idrici e produzione e smaltimento dei rifiuti.

108 ciliegi per compensare le emissioni

Le emissioni di carbonio legate alla manifestazione saranno compensate dalla piantumazione di 108 ciliegi che verranno poi donati alla città di Treviso. “Ognuno – spiega la nota –  può sequestrare 92 kg di CO2 all’anno, per una capacità complessiva dell’intero “bosco” di circa 10 mila kg di CO2 equivalenti all’anno.  In questo modo, non solo verrà compensata durante i primi vent’anni di vita delle piante l’impronta di carbonio residua del Mondiale di Karate Shotokan 2017, ma verrà anche generato un lascito positivo sul territorio”.

Sostenibilità e digitalizzazione

Il mondiale di karate carbon free è stato  uno dei temi affrontati nel corso dell’incontro, organizzato da  Prosecco DOC,  ‘Sostenibilità e digitalizzazione – Cultura del Vino del benessere e dello Sport’  che si è svolto mercoledì 20 settembre, presso l’Auditorium Santa Caterina a Treviso. L’evento ha coinvolto gli esperti e gli attori sociali ed economici del territorio con l’obiettivo di fare rete sul tema della sostenibilità ambientale.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.