Le capesante possono arrivare ad assorbire nel giro di poche ore miliardi di particelle di plastica disciolte nell’ambiente marino. E’ la scoperta dei un team di ricercatori dell’Università di Plymouth, nel Regno Unito, che ha creato nanoplastiche in laboratorio e le ha marcate per analizzarne il percorso nel corpo di questi molluschi simulando le concentrazioni che sono presenti negli Oceani.

I risultati della ricerca

Lo studio ha mostrato come in sole 6 ore le particelle di plastica non solo erano state facilmente assorbite dalle capesante concentrandosi nell’intestino, ma si erano anche distribuite in maniera capillare nel corpo.

Caratteristiche delle particelle assorbite

Le  particelle rilevate nell’intestino avevano un diametro di 250 nanometri, ed erano fatte anche di polistirolo, altre invece misuravano 24 nm, e raggiungevano anche il resto del corpo, specialmente nei muscoli

Tempi di eliminazione delle particelle

Una volta ultimata questa prima fase dell’esperimento le capesante sono state collocate in acqua pulita. Gli studiosi hanno cosi potuto osservare  il periodo di tempo richiesto per l’eliminazione delle particelle. Per quelle più piccole ci sono voluti 14 giorni, mentre per quelle più grandi il tempo necessario è stato 48 giorni.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.