Portare la passione per la lettura e i libri nei luoghi in cui mancano le librerie sfruttando un double-decker inglese (i famosi autobus rossi a due piani) che, dopo essere stato impiegato nel trasporto pubblico britannico per anni, ora una una coppia di librai trevigiani (moglie e marito) vorrebbe trasformare in una libreria itinerante.

Una libreria senza libreria

Il progetto si intitola “Parole in Movimento – The Best BookBus”,  ed è una  “libreria senza libreria’”, come lo definisce Sara, una dei due ideatori. “Essendo dei librai erranti, ci spostiamo sul territorio e collaboriamo con biblioteche, scuole, amministrazioni ed associazioni organizzando attività legate alla promozione della lettura come mostre-mercato del libro, letture animate, incontri con l’autore, rassegne letterarie e piccoli festival. Con Parole in Movimento vogliamo dare una ‘casa’ a questi libri e portare l’autobus Dennis in giro per tutta Italia, coniugando l’amore per i libri con quello per i viaggi”.

Un pullman con scaffali e sedili

ll double-decker Dennis, così si chiama,  è partito da Londra l’autunno scorso per arrivare a a Spresiano, piccolo paese nella provincia di Treviso. L’idea  è di allestirlo  con tanti scaffali in legno, che saranno messi al posto dei sedili, per poi riempirlo si di libri e cominciare a viaggiare. Il piano inferiore sarà dedicato agli adulti, mentre quello superiore sarà interamente adibito per i bambini e i ragazzi

Il crowd funding

Per finanziare il progetto (costi di manutenzione e spese per trasformare il vecchio autobus in libreria, i due intraprendenti librai veneti hanno lanciato una raccolta fondi online sulla piattaforma di crowdfunding Ulule. Si punta a raggiungere quota 5000 euro entro il 1 maggio.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.