La Women’s Sailing Cup sceglie la bioplastica biodegradabile MATER-BI di Novamont. La manifestazione, svoltasi a Chiavari dal 23 al 25 marzo, che coniuga sport e solidarietà e supporta la raccolta fondi sulla ricerca contro il cancro dell’AIRC, ha utilizzato delle stoviglie realizzate con questo materiale ecofriendly, smaltibile con i rifiuti alimentari.

La sfida ai fornelli tra i futuri cuochi

In particolare, le stoviglie saranno utilizzate nelle occasioni di ristoro della manifestazione e nel corso dell’evento intitolato “Il Cuoco del Porto”, una sfida ai fornelli tra allievi dell’Istituto Alberghiero di Camogli e Calvari, veliste e pubblico, coordinato da Rigoni di Asiago in collaborazione con le chef e food creative Cristina Gamba, Elisa Picchio e Lorenza Giudice. 

Contrastare l’inquinamento marino da plastiche

La collaborazione con Women’s Sailing Cup rientra nel più ampio impegno di Novamont per conoscere e combattere il fenomeno dell’inquinamento marino da plastiche – spiega in una nota Andrea Di Stefano, Responsabile progetti speciali di Novamont Infatti, utilizzare materiali biodegradabili e compostabili per il consumo dei pasti da smaltire con gli scarti di cibo significa limitare l’impatto della produzione dei rifiuti sull’ambiente, in modo particolare su mari e fiumi invasi dalla plastica a causa della carenza – se non assenza – delle raccolte differenziate e dei comportamenti dissennati delle persone”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.