La centrale geotermica di El Salvador all’italiana Turboden

Il contratto da 13 mld di dollari

571

Prosegue l’attività professionale nella produzione e costruzione in ambito energetico da parte di aziende italiane all’estero. Ultimo esempio è di Turboden, azienda di media capitalizzazione con sede a Milano, partecipata dal gruppo giapponese Mitsubishi Heavy Industries, che progetta, costruisce e manutiene sistemi ORC (Organic Rankine Cycle), deputati a produrre energia sfruttando fonti rinnovabili, combustibili fossili, motori e turbine a gas, rifiuti.

A El Salvador, in America centrale, ha chiuso un contratto di 13 milioni di dollari con la salvadoregna LaGeo (facente parte del gruppo CEI, Commissione Esecutiva Idroelettrica), che ha ottenuto il diritto di sfruttamento della centrale geotermica Berlin, nella parte orientale del paese centroamericano. Il completamento dell’impianto è previsto per marzo del 2020. I tempi di realizzazione del progetto sono stimati in circa 16 mesi, comprende anche circa 5 mesi di supervisione tecnica dei cantieri per la Turboden.  La centrale, situata nell’omonima località nel Dipartimento di Usulutan ha un’estensione di 8 kmq.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.