Cercare di ridurre la quantità di rifiuti prodotti e ottenere risultati migliori sul fronte del riciclo. Questo il duplice obiettivo del progetto pilota lanciato in Cina. Un’iniziativa che punta a promuovere una gestione smart dell’immondizia nelle città del Paese per arrivare ad avere delle “zero waste city”. Ad annunciare l’iniziativa, come scrive l’agenzia Reuters, il ministro dell’Ecologia e dell’Ambiente Li Ganjie.

La prima fase

Il primo step del progetto prevede una selezione di 10 città in cui cominciare a sperimentare una serie di misure volte a ridurre il quantitativo di rifiuti prodotti. In queste realtà verranno introdotte misure volte a favorire una più efficiente differenziazione dei rifiuti solidi nonché la progettazione di nuovi impianti di trattamento. 

100 nuove strutture per il riciclo

Nello specifico all’inizio di gennaio Pechino ha annunciato la volontà di realizzare 100 nuove strutture dedicate al riciclo di rifiuti entro la fine del prossimo anno.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.