Le foreste rivestono un ruolo centrale nell’equilibrio naturale del nostro pianeta. Si tratta di ecosistemi che ospitano circa l’80% delle specie terrestri di animali, piante e insetti e rappresentano una risorsa fondamentale per circa 1,6 miliardi di persone. Questi ambienti forniscono infatti cibo, medicinali, carburante, e riparo alla popolazione. Nonostante questo la deforestazione continua a crescere su scala globale. Sono ben 13 milioni gli ettari di foreste che ogni anno vengono distrutti. A ciò si aggiunge il fatto che la riduzione della superficie forestale contribuisce per il 12-20% all’aumento delle emissioni globali di gas serra favorendo un aumento delle temperature. Per far riflettere l’opinione pubblica sull’importanza di tutelare questi territori l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata internazionale delle foreste, che si celebra oggi, 21 marzo. Un evento in occasione del quale vengono organizzate una serie di iniziative per promuovere la tutela degli alberi.

Educazione, tema chiave dell’edizione 2019

Il tema portante dell’edizione di quest’anno è “foreste ed educazione”, un modo per far comprendere l’importanza di educare le giovani generazioni a preoccuparsi di queste tematiche. Far capire ai ragazzi e ai bambini il ruolo chiave delle foreste è un passo fondamentale per proiettare nel futuro il messaggio dell’importanza della tutela di queste preziose risorse.

Il progetto dell’ONU promosso con Plant for Life

Tra i progetti promossi dall’Onu per tutelare le foreste  c’è anche la collaborazione con l’organizzazione on governativa Plant for Life che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli alberi indigeni per gli ecosistemi locali. In occasione della Giornata delle foreste il programma UN-REDD dell’ONU  (incentrato sulla riduzione delle emissioni di CO2 attraverso la lotta alla deforestazione) e Plants for Life saranno presenti a Nairobi con centinaia di piantine che comprendono 12 diverse specie di alberi indigeni. Lo staff delle Nazioni Unite e le loro famiglie saranno incoraggiati a promuovere la piantumazione di alberi o portare via piante e piantine nei loro giardini o in strutture scolastiche.

Sfruttare i satelliti per tutelare la foresta Vergine

Un esempio di soluzione innovativa a difesa delle foreste è il monitoraggio satellitare. E’ questo il principio chiave del funzionamento di Forest Alert Service (FAS), una tecnologia che sfrutta dati satellitari per monitorare la conservazione delle aree forestali. Questa soluzione, realizzata da MDA, compagnia di Maxar Technologies, è stata scelta da Asia Pulp & Paper per effettuare controlli sullo stato di salute delle aree forestali e per  rispettare gli impegni di salvaguardia presi con gli stakeholder.

Grazie all’implementazione della tecnologia, spiega APP on una nota,”in meno di tre anni le perdite di foresta vergine nelle concessioni dei propri fornitori sono scese dal 5-6% ad appena lo 0,06% in un’area di conservazione di oltre 600.000 ettari”.

“Pianta un albero in città”

Un altro progetto che ha al centro la tutela degli alberi è l’iniziativa, arrivata alla sua terza edizione, Pianta un Albero in Città, promossa da Marlegno, realtà aziendale di Bergamo specializzata nel campo della progettazione e costruzione di case ed edifici in legno. Le amministrazioni comunali aderenti riceveranno in dono alberi che verranno piantati nelle aree urbane per riqualificare i principali luoghi pubblici delle città. Le piantumazioni verranno effettuate con il coinvolgimento di enti e scuole che si occuperanno in prima persona delle piante ricevute. L’obiettivo è superare i risultati degli scorsi anni: 2000  alberi donati nella prima edizione e 13 amministrazioni comunali coinvolte.

 Un tour nell’area protetta aquesiana

Tra le iniziative organizzate a ridosso della della Giornata internazionale delle foreste anche l’evento “Il bosco: l’uomo e la biodiversità” ad Acquapendente (Viterbo), che verrà promosso, il 24 marzo, dalla Riserva Naturale Monte Rufeno, il casale Tigna, la Cooperativa Alicenova, Fattorie Solidali, Servizio informazione turistica. Si tratta di un tour nell’area protetta aquesiana per scoprire i segreti degli alberi che la popolano. Ai partecipanti saranno proposte sedute di meditazione e laboratori didattici.

Incontri di riflessione con i cittadini

A Moimacco, in fiumi Venezia Giulia, invece il Comune ha organizzato, in collaborazione con l’Istituto comprensivo Tina Modotti e il Corpo forestale regionale, un incontro di riflessione sull’importanza del rispetto dell’ambiente. Si tratta di un evento rivolto sia agli allievi della scuola primaria del paese sia a tutta la cittadinanza.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.