Dare il via a un processo virtuoso che porterà all’eliminazione della plastica monouso, per ridurre i consumi delle strutture ricettive e anticipare la Direttiva europea, del marzo di quest’anno, che stabilisce introduce una serie di divieti nell’utilizzo di questo materiale a partire dal 2021. E’ con questo obiettivo che il settore alberghiero è sceso in campo per modificare le politiche di gestione della plastica, adottando un approccio più sostenibile in ambito ambientale. Giovedì 6 giugno c’è stata, infatti, a Roma una prima firma di intenti  tra Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia, e Giuseppe Roscioli, Presidente di Federalberghi Roma e Vicepresidente vicario di Federalberghi Nazionale. Un primo passo di un percorso a cui ha fatto da catalizzatore la Fondazione Recchi, dell’esploratore e fotografo Alberto Luca Recchi, che ha dato vita a un progetto inerente alberghi e sostenibilità nel 2018.

“E’ necessario passare all’azione”

Vado sott’acqua da 40 anni – sottolinea in una nota Alberto Luca Recchi raccontando l’input del suo interesse per i temi green – qualche anno fa, per la prima volta nella mia vita, ho sospeso un’immersione non perché avevo finito l’aria, ma perché avevo la maschera piena di lacrime e non vedevo più. Ero in Indonesia tra scogliere incantevoli trasformate in una zuppa di plastica e rifiuti. Mi aggiravo tra pesci che facevano lo slalom tra piatti, bicchieri e flaconcini e mi è venuto da piangere. Quel giorno mi sono detto che dovevo smettere di fare le foto, non aveva più senso. E non aveva nemmeno senso sdegnarsi. Era necessario passare all’azione. Quando hai qualcuno che ti è caro ed è malato, non stai lì a fotografarlo, cerchi di farlo stare meglio, di guarirlo. Così è nato tutto”.

Alberghi e impatto ambientale

In Italia in totale si trovano circa 33.000 alberghi. Per capire l’importanza di introdurre paradigmi green nella gestione di queste strutture va considerato il fatto che una struttura di alto livello, come il Grand Hotel de La Minerve di Roma, consuma ogni anno circa 200 mila flaconcini di shampoo, balsamo e creme. In questo senso ben si comprende come il settore degli alberghi sia strategico nell’evoluzione delle politiche e pratiche plastic free.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.