Su 730 MW messi a bando lo scorso 30 settembre, il Gse ha ricevuto oltre 880 domande per un totale di 772 MW. E’  la fotografia scattata dal gestore dei Servizi Energetici, che ha pubblicato ieri, sul suo sito, le graduatorie dei Registri e delle Aste relativi al Decreto 4 luglio 2019 (cosiddetto DM Fer1). Sono stati saturati i contingenti dei Registri (Gruppo A e Gruppo B) e delle Aste (Gruppo A) – si legge in una nota –  fatta eccezione per il Gruppo A2, per gli altri Registri sono state presentate domande con il massimo ribasso previsto fino al 30% sulla tariffa base. (Clicca qui per visionare le graduatorie)

Eolici on-shore e Fv di nuova costruzione

Nei registri del Gruppo A, relativo agli impianti eolici on-shore e agli impianti fotovoltaici di nuova costruzione, sono arrivate 522 domande per un totale di 92 MW su un contingente messo a bando di 45 MW.

Idroelettrico e gas residuati

Per i Registri del Gruppo B, relativo agli impianti idroelettrici e agli impianti a gas residuati, le domande sono state invece 229, pari a un totale di 36 MW (Il bando prevedeva 10 Mw).

Fv in sostituzione di coperture di amianto

15 MW dei 100 MW disponibili sono stati impegnati dalle  96 domande presentate per l’iscrizione al Registro del Gruppo A2, destinato agli impianti fotovoltaici installati in sostituzione di coperture di amianto.

Aste

Passando invece alle aste, per quelle del Gruppo A (relativo agli impianti eolici on-shore e agli impianti fotovoltaici di nuova costruzione), le domande sono state 26, per un totale di 595 MW, a fronte di un contingente messo a bando di 500 MW.

Il prossimo bando

Il prossimo bando si aprirà il 31 gennaio e si chiuderà il primo marzo 2020. Sarà incluso anche il contingente non assegnato nella sessione precedente.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.