comunicare in rete

Di cosa si discute online quando si tratta di Energia? Uno studio effettuato dal modulo social media listening e web monitoring della piattaforma Chorally fotografa uno scenario variegato e alquanto interessante.

I principali social analizzati sono Facebook, Twitter, YouTube, blog e forum e da questi si evince che le discussioni  online riguardo il settore dell’energia sono davvero numerose. A dispetto di quanto ci aspetterebbe, non si parla quasi mai di costi, tariffe, offerte o servizi. Il focus delle conversazioni è maggiormente incentrato sull’ecosostenibilità, l’energia pulita e l’innovazione registrando anche un coinvolgimento maggiore rispetto a quello riscontrato per altre tematiche. Green e Innovazione tecnologica sono  i pilastri attorno cui ruotano le discussioni di esperti del settore e influencer in grado di raggiungere facilmente molti gruppi di utenti.

I canali social sono le fonti di traffico quantitativamente più rilevanti per quanto riguarda il tema energia, tuttavia, secondo i dati di Chorally,  siamo ancora lontani dall’offrire una customer experience coinvolgente e distintiva poiché il panel di utilities analizzato usa ancora i social media seconda un’ottica di marketing broadcasting senza però riuscire a sviluppare un piano di comunicazione per implementare la capacità di interazione e il coinvolgimento dei clienti/fan.

Come si muovono i social sull’energia

Analizzando le fonti delle discussioni sul tema energia vediamo che Twitter è lo strumento principe con un’affluenza del 45%; segue Facebook in netto distacco (27%), News (17%), Blog e Forum rispettivamente al 9 e al 2%.

Hashtag e keyword ricorrenti delineano in maniera ancora più netta quanto detto finora: molte parole e concetti chiave sono legati al tema del risparmio energetico e della green economy: #fotovoltaico #greeneconomy #milluminodimeno #legambiente #energia #misurafacile alle quali si aggiungono località come Milano (sede di numerosi convegni ed eventi legati all’ambiente e alla green economy) la Cina e Parigi per gli accordi mondiali sul clima.  Anche Enel è molto menzionata – per notizie, iniziative ed erogazione del servizio – così come la Rai, promotrice dell’iniziativa “M’illumino di meno” .

Efficienza energetica, green economy ed energie rinnovabili, quindi: ecco come la rete agisce sul nostro modo di comunicare l’energia che cambia. Uno scenario destinato ad evolversi velocemente,  in continua crescita (numeri,tematiche, influencer) e in grado di sensibilizzare e informare.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.