Anav, la mobilità “smart” parte dal bus

881

BuselettricoL’efficienza energetica nei trasporti sarà la sfida nei prossimi anni, soprattutto considerato che, fino a oggi, poco o nulla è stato fatto nel settore. Sono queste le conclusioni emerse nel corso dell’incontro promosso da Anav (Associazione nazionale trasporto viaggiatori) nell’ambito della fiera internazionale dell’autobus tenutasi a Rimini i primi di ottobre.

“L’autobus – ha commentato Tullio Tulli – d.g. dell’associazione – è fonte di innovazione sotto molteplici aspetti: da questo l’interesse di Anav per una nuova cultura che unisca efficienza e economicità. E’ un mezzo di trasporto efficace, confortevole, sicuro ed efficiente, sia dal punto di vista economico che energetico e quindi del relativo impatto ambientale”.

Elementi di non poco conto considerato che, come ha ricordato Gabriella Messina dell’Enea, i trasporti in Italia incidono sui consumi energetici nazionali (circa 128 MTep) per il 30%.

Secondo il Piano d’Azione Nazionale per l’Efficienza Energetica 2014, al rinnovo del parco autobus è associato un risparmio di circa 0,04 Mtep (al 2020). In generale, ha proseguito Messina, i principali interventi che si potrebbero mettere in campo per “efficientare”il trasporto collettivo su gomma vanno dal rinnovo della flotta con veicoli a minor consumo, l’impiego di sistemi di propulsione alternativi al gasolio, l’adozione di sistemi per il risparmio di carburante, l’installazione di dispositivi aggiuntivi per l’efficienza energetica e, non ultimi, corsi di ecodriving e installazione di sistemi di controllo a bordo.

In uno studio promosso dall’Agenzia nel Comune de L’Aquila, la sostituzione di un minibus diesel con un elettrico, in esercizio su linee miste urbane-extraurbane, ha mostrato che con la ricarica rapida e con un uso intensivo del veicolo elettrico l’analisi economica risulta positiva per l’azienda nell’arco di vita utile del veicolo.

Inoltre, ha spiegato Luca Cidonio di Studio Bartucci, l’equiparazione dei Tee di tipo V con gli altri Titoli di Efficienza Energetica (avvenuta per mezzo della Delibera 107/2014 da parte dell’Autorità per l’Energia) ha di fatto garantito un incentivo per il settore dei trasporti.

“Approfondire questi temi  – ha concluso Tulli – fa parte della cultura Anav per una mobilità che sia davvero Smart”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.