Gli ingegneri di MM potranno usare la piattaforma spaziale europea Copernicus (Sentinel 1 – SAR)  per il monitoraggio continuo delle reti idriche di Milano e la prevenzione di rotture, cedimenti, spostamenti. Il Parlamento europeo ha accettato la richiesta presentata lo scorso 22 novembre presso il Members’ Salon, in cui l’utility ha illustrato la metodologia impiegata in una prima fase di monitoraggio della rete fognaria, risultata tra le 99 storie europee di successo del Programma Copernicus.

Il monitoraggio della rete fognaria

Per quanto riguarda la rete fognaria è stato possibile valutare l’effettivo bisogno di ispezioni dirette, con l’ingresso di personale operaio all’interno dei condotti, o di attività di pronto intervento. Così da prevenire la manifestazione superficiale del disservizio e situazioni di pericolo provocate da cedimenti improvvisi del suolo o fenomeni di subsidenza.

Allarmi automatici per i tecnici MM

Nello specifico: ogni 20 giorni saranno verificati gli spostamenti millimetrici della carreggiata stradale al di sopra delle infrastrutture idriche di Milano. Allarmi automatici saranno generati e inviati direttamente sulla piattaforma GIS nel caso in cui si verifichino spostamenti anomali. Saranno poi i tecnici MM a verificare queste segnalazione.

AI e prevenzione

Con l’adozione di Copernicus per il monitoraggio della rete idrica di Milano si compie un passo verso l’applicazione dell’intelligenza artificiale alla protezione dell’acquedotto e della fognatura e, quindi, delle nostre città.

Print Friendly, PDF & Email