Da Texas Instruments la nuova gamma di sensori a chip singolo a onde millimetriche

18
Print Friendly, PDF & Email

Cinque soluzioni divise in due famiglie di sensori da 76 a 81 GHz, con una piattaforma di sviluppo end-to-end completa. Sono questi gli elementi inclusi nella nuova gamma TI di sensori CMOS (complementary metal-oxide semiconductor, semiconduttori con ossido di metallo complementare) a chip singolo a onde millimetriche (mmWave) dall’ingombro ridotto di Texas Instruments. L’azienda con questa linea di prodotti punta sulla “precisione” e “sull’intelligenza” dei dispositivi con una serie di applicazioni che vanno dall’automotive all’automazione industriale e degli edifici, fino ai mercati per prodotti medicali.

Caratteristiche tecniche

Queste tecnologia si caratterizzano per un’elevata integrazione. “I progettisti – si legge in una nota dell’azienda – possono scegliere la potenza di elaborazione più adatta alle loro esigenze con un CMOS completamente integrato a chip singolo in grado di gestire un processore di segnale digitale (DSP) e un microcontroller (MCU) oppure un chip singolo con un MCU o un DSP soltanto”.  A ciò si aggiunge la capacità di adattarsi dinamicamente in un contesto di variazione delle diverse condizioni, con la possibilità di offrire “funzionalità multimodali per evitare falsi positivi e fornire svariate possibilità di rilevamento in diverse applicazioni”.  Tra gli elementi chiave di queste soluzioni anche la possibilità di avere un “rilevamento di precisione attraverso plastica, muri a secco, vestiti, vetro e molti altri materiali, in condizioni ambientali quali luce, pioggia, polvere, nebbia o gelo”.

Radar automobilistici

Per quanto riguarda, invece, le applicazioni nel settore dei radar automobilistici, l’azienda spiega in una nota come “ i progettisti possano non solo potenziare i sistemi ADAS di assistenza avanzata al conducente e le funzionalità di sicurezza alla guida –  tra cui ISO 26262 che rende possibile il livello di integrità di sicurezza specifico per il settore automobilistico (ASIL)-B – ma anche fornire nuove caratteristiche come l’assistenza al parcheggio automatico, il rilevamento di pedoni e il monitoraggio dei passeggeri e del conducente”.