Come nasce l’innovazione

Visita al Polo Meccatronica di Rovereto

600

Come nasce l'innovazioneMeccanica, elettronica, information technology, idraulica e mobilità: come nasce l’innovazione? Canale Energia vi porta nel Polo Meccatronica di Rovereto, un’area di oltre 100.000 mq dove start up e aziende trovano spazio e supporto per sviluppare i loro progetti innovativi.

Evoluzione del Business Innovation Centre di Rovereto, il Polo è un punto di riferimento per l’Industria 4.0 in Trentino. Riunisce enti pubblici, privati e associazioni di categoria grazie all’investimento pubblico di 90 milioni della Provincia autonoma di Trento.

Come nasce l'innovazione

Dal 1925 in Via Zeni a Rovereto, il PROM ha visto una crescita costante, improntata al trasferimento tecnologico e al supporto all’innovazione (eco in tanti casi). Gli ultimi step: gennaio 2017 inaugurazione dei laboratori CFP Veronesi e marzo 2017 taglio del nastro del nuovo laboratorio per la prototipazione rapida, il ProM Faclity che si sviluppa su una superficie di 1.500 mq e mette a disposizione macchinari e apparecchiature del valore di 6 mln di euro.

I lavori – e le sfide – non si fermano qui: dall’anno prossimo verrà ampliata l’area produttiva e saranno costruiti 3 immobili, uno per nuovi laboratori di prototipazione meccatronica e due edifici scolastici che ospiteranno 1.400 studenti.

Entro il 2018, poi, il PROM ospiterà il laboratorio per testare l’auto del futuro: è entrato nel vivo il progetto lanciato da Fiat Chrysler Automobiles e Centro di ricerche CRF che la scorsa primavera ha fatto parte di un protocollo d’intesa con il Ministero dello Sviluppo economico, la Provincia autonoma di Trento e le Regioni di Piemonte, Campania e Abruzzo.

Il testo dell’accordo di programma sulla mobilità sostenibile, che prevede investimenti per quasi 157 mln di euro nei siti di Orbassano, Pomigliano d’Arco, Torino e Trento-Rovereto, ha ricevuto l’ok dalla giunta lo scorso 1 dicembre su proposta di Alessandro Olivi, Vicepresidente e Assessore allo sviluppo economico della Provincia autonoma di Trento.

Il Trentino lavorerà sul progetto sperimentale “Veicolo digitale 2025”, per un valore di 5,3 mln di euro, parte di una delle quattro attività fondamentali previste dal progetto, “Veicolo connesso, geo-localizzato e cybersicuro”.

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo anche di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.