Waste Management, l’intelligenza corre sugli open data

246

L’Europa ha posto l’obiettivo di raggiungere entro il 2020 la percentuale del 50% di avvio a riciclo, chiedendo di puntare su un’economia circolare che consideri i rifiuti una risorsa a tutti gli effetti. ‘Smartness in Waste Management’ è uno strumento indispensabile che va proprio in questa direzione, perché fornisce agli amministratori un quadro chiaro e puntale sul ciclo dei rifiuti all’interno del proprio territorio, creando i presupposti per una loro più corretta valorizzazione. SWM è un progetto portato avanti da ANCITEL Energia e Ambiente nel rispetto della propria mission aziendale, che è quella di supportare le amministrazioni comunali sulle tematiche inerenti lo sviluppo sostenibile e l’innovazione in campo ambientale. L’obiettivo è di arrivare a coprire nei prossimi 2 anni tutti i capoluoghi di provincia italiani per far sì che Smartness in Waste Management diventi, insieme ad altri sistemi di rilevazione dati, lo strumento di riferimento per il monitoraggio, lo scambio di informazioni e la valorizzazione dei rifiuti in un’ottica di economia circolare”.

A spiegarlo è  Filippo Bernocchi, Presidente ANCITEL e Delegato ANCI Energia e Rifiuti, intervenuto a Roma mercoledì 2 dicembre in occasione della presentazione del nuovo “green open data” realizzato con il supporto del Minambiente e del CNR, che mette a disposizione dei Comuni un “cruscotto on-line” per la gestione dei dati ambientali per i processi di raccolta e trattamento rifiuti.

Era necessario e opportuno uniformare le piattaforme informatiche di monitoraggio e gestione ambientale”, sottolinea Fabio Pinna, Assessore all’Ambiente di Sassari, uno dei 26 Comuni che hanno partecipato alla sperimentazione di SWM.

A Parma, spiega a Canale Energia l’Assessore all’Ambiente Gabriele Folli, è stata messa in campo dall’Amministrazione una “tariffazione puntuale” per i servizi ambientali, “attraverso un complesso sistema di software” che elabora i dati forniti dai microchip di cui sono dotati tutti i bidoncini dati alle famiglie, “che consentono di variare la tariffa in base al numero di conferimenti”.

Laura Canale, infine, Assessore a Casa e Sanità del Comune di Pavia, spiega: “Siamo in una fase di grande cambiamento. La nostra municipalizzata si sta muovendo in ottica smart city”, ad esempio con il “riciclo intelligente”, e da questo punto di vista Smartness in Waste Management “aiuterà sicuramente”.

Nel video Filippo Bernocchi, Presidente ANCITEL e Delegato ANCI Energia e Rifiuti, approfondisce il progetto Smartness in Waste Management.

 

http://www.youtube.com/watch?v=bsnxCjmOFlQ&feature=youtu.be

 

Print Friendly, PDF & Email