sharing elettricoSharing su due ruote ed elettrico: questa iniziativa di una azienda italiana MiMoto, che parte a Milano da metà ottobre.

Gli e-scooter, omologati per due e con due caschi posizionati nel bauletto, saranno disponibili in modalità free floating e senza chiavi,: si prenota tramite App, disponibile per iOS e Android, e il rilascio non prevede il rilascio su stazione di ricarica.

Dove si può andare in scooter

L’area operativa comprende tutto il centro della Città di Milano: le principali zone di interesse (Navigli, Città Studi, Lambrate, Morivione, Calvariate, De Angeli, San Siro e Bovisa Politecnico) e i principali distretti universitari tra cui Cattolica, Bocconi, Bovisa, Città Studi/Politecnico e IULM.

La sharing mobility milanese si arricchisce di un nuovo mezzo con il servizio di scooter sharing MiMoto, che ha anche il vantaggio di essere a zero impatto ambientale.” – dichiara Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Ambiente del Comune di Milano – “I milanesi e i cityuser hanno dimostrato di apprezzare molto questa tipologia di servizi e di usarli quotidianamente. Con il loro sviluppo diventa sempre più importante che tutti rispettino le regole della convivenza e della condivisione in strada“.

La start-up

MiMoto è una start up voluta da tre founder under 35. L’obiettivo è offrire un’esperienza smart, green che migliori la qualità della vita.

“MiMoto non è per noi una semplice idea che  stiamo  realizzando : è una  sfida personale e  professionale” – dichiarano i tre founders – “Lanciare sul mercato italiano  un servizio di scooter sharing (che stiamo già progettando di implementare su scala nazionale ed internazionale) completamente ecosostenibile e Made in Italy, vuo l dire posizionarsi come una realtà  proiettata al futuro . Fin dall’inizio abbiamo deciso che MiMoto  si sarebbe distinto per due plus principali: la sostenibilità e il  Made in Italy. Un servizio dunque a zero emissioni,  in grado di salvaguardare la salute dell’ambiente e di tutti i cittadini milanesi già sensibili a questa tematica, che contemporaneamente si renda portavoce dell’italianità dei materiali,  dei servizi e delle aziende”

I partner sono un’ulteriore conferma di ciò: primo fra tutti  Askoll,  realtà italiana e fornitrice degli scooter completamente elettrici. Sarà invece  PLT puregreen,  partner energetico emiliano – romagnolo,  ad alimentare il servizio con la sua  energia,  prodotta esclusivamente da fonti 100% rinnovabili e  M ade in Italy , mentre come  partner assicurativo MiMoto ha scelto la torinese  Nobis , realtà anch’essa attenta alle  tematiche ambientali e supporter di progetti innovativi

Print Friendly, PDF & Email